Dal taglia-incolla il Dna futura arma contro la fibrosi cistica

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

ANSA,IT

Colpire al cuore la fibrosi cistica, eliminando due mutazioni cruciali che scatenano la malattia è stato possibile utilizzando la tecnica che taglia e incolla il Dna, la Crispr. Il risultato, pubblicato sulla rivista Nature Communications, si deve alla ricerca coordinata dal gruppo del Centro di Biologia Integrata (Cibio) dell’Università di Trento e condotta in collaborazione con l’università belga di Lovanio.

La tecnica è stata sperimentata su organi in miniatura. ßßL’approccio adottato dal gruppo di Anna Cereseto, grazie al finanziamento della Fondazione per la ricerca sulla fibrosi cistica e la partecipazione dell’Associazione trentina fibrosi cistica, apre nuove prospettive nella cura di questa malattia, per la quale al momento non esiste una cura definitiva. “Abbiamo messo a punto una strategia basata sulla Crispr per eliminare in modo permanente due specifiche mutazioni responsabili della malattia”, spiega Giulia Maule, prima firmataria dell’articolo. A causare la fibrosi cistica infatti ci sono svariate mutazioni. 

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial