Attacco turco in Siria con raid aerei e artiglieria. L’Ypg: “Uccisi dei civili”

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Repubblica.it – https://urly.it/32zxt

ANKARA – La Turchia ha iniziato l’offensiva contro i curdi nel nord-est della Siria. L’annuncio è stato dato dal presidente turco Recep Erdogan al quale evidentemente la telefonata con il presidente russo Vladimir Putin non ha fatto cambiare idea. E’ l’ultimo passaggio di una escalation che si era accelerata nelle ultime ore quando le truppe turche, almeno 5mila uomini ammassati al confine, hanno rimosso i blocchi di cemento alla frontiera per permettere il passaggio di carri armati, tir e blindati. Poco dopo l’annuncio di Erdogan raid aerei  sono stati segnalati nella città di Ras al-Ain contro postazioni delle Milizie curde di protezione popolare (Ypg) mentre l’artiglieria ha bombardato Tal Abyad. Ma il portavoce dei combattenti curdi su Twitter dice: “Hanno laciato raid su aree civili. C’è grande panico fra la popolazione nella regione”. Sempre secondo l’Ypg ci sarebbero già delle vittime civili. I curdi da parte loro hanno risposto con colpi di mortaio contro la città di Nusabyn e la zona di Ceylanpinar.

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial