TIROIDE: la farfalla che regola il metabolismo – un delicato battito d’ali

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

SPASARO FRANCESCA

La Tiroide svolge un ruolo centrale nella nostra salute e regola tutti i metabolismi del nostro corpo.

Si stima che, in Italia, 1 donna su 10 soffra di disturbi della tiroide e che il 60% di chi ha un problema non sappia di soffrire di una patologia tiroidea.

Da questo punto di vista, è fondamentale la prevenzione. Spesso sono le donne a sottoporsi a screening della tiroide: se da una lato è vero che la prevalenza di patologia è superiore nel sesso femminile, devo ricordare che nell’uomo la patologia è meno frequente ma più severa, per cui anche gli uomini, soprattutto in presenza di fattori di rischio come la familiarità, dovrebbero sottoposi a controlli periodici. 

Le patologie che interessano la tiroide possono essere morfologiche/strutturali (ad es. noduli o tiroiditi) o funzionali come l’ipotiroidismo e l’ipertiroidismo (minore o maggiore funzionalità della ghiandola).

I 2 ambiti vanno studiati in parallelo, uno attraverso l’ecografia e l’altro attraverso esami ormonali. Le 2 valutazioni sono complementari, l’una non esclude l’altra: tiroidi ecograficamente perfette possono non funzionare, come tiroidi con molti noduli possono funzionare alla perfezione.

Quando prescrivo una terapia con ormone tiroideo, mi capita di trovarmi di fronte delle resistenze da parte del paziente, per cui ci tengo a sfatare alcuni “miti”:

“Assumere terapie ormonali fa male!” – retaggio che deriva da terapie ormonali, come la pillola, che hanno delle

controindicazioni. Discorso che non vale per la tiroide.

“Prendere l’ormone tiroideo fa venire l’osteoporosi” – solo se il dosaggio è sbagliato! Per questo bisogna affidarsi ad uno specialista che rivaluti nel tempo la correttezza del dosaggio assunto.

“Prendo troppo ormone!” – troppo o poco sono concetti relativi, ogni individuo ha il proprio fabbisogno individuale

“Voglio dimagrire, QUINDI aumento il dosaggio…” – pericolosissimo, soprattutto per complicanze cardiache dovute a sovradosaggio, l’ormone tiroideo non si usa a scopo dimagrante!

Un altro ambito che mi sta particolarmente a cuore e che è spesso sottovalutato è il ruolo cardine svolto dalla tiroide nella fertilità e nella gravidanza.

Tutte le donne in età fertile, che stanno pianificando una gravidanza o che hanno storia di aborti ripetuti o di procedure di fecondazione assistita non andate a buon fine, devono eseguire un dosaggio degli ormoni tiroidei.

Le analisi vanno fatte interpretare dall’endocrinologo, in quanto i parametri di laboratorio non sono riferiti ad una donna in gestazione o con desiderio di gravidanza. Valori non segnalati nelle analisi possono quindi non essere idonei alla fecondazione e al proseguimento della gravidanza.

Durante il corso della gravidanza, gli ormoni tiroidei vanno dosati mensilmente per adeguare l’eventuale terapia alle crescenti necessità metaboliche del feto.

Dott.ssa Francesca Spasaro
Medico chirurgo
Specialista in Endocrinologia e Diabetologia – Nutrizione clinica – Omotossicologia – Piede Diabetico
3405061979

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial