Alessandria, “Qui non ti siedi”: razzismo verso una bambina africana

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

repubblica.it – https://urly.it/337vf

“Alabama 1955? No, Alessandria 2019”. Inizia così lo sfogo della consigliera comunale pd Vittoria Oneto, che su Facebook ha raccontato un vile episodio di razzismo a cui ha assistito mercoledì sull’autobus di linea che aveva preso per tornare a casa.

Una bimba di sette anni è stata vittima di discriminazione per il colore della sua pelle: voleva sedersi accanto a una donna che con aria stizzita le ha detto: “No qui tu non ti siedi”. La consigliera comunale è intervenuta ed ha poi ottenuto che la piccola si riuscisse a sedere, tra gli sguardi silenziosi di tutti gli altri passeggeri.  

“Ho preso l’autobus per tornare a casa. Pochi posti a sedere. Io rimango in piedi. Salgono una mamma con due bambini. Lei si appoggia in uno spazio largo col passeggino e la bambina di circa 7 anni prova a sedersi in un posto vicino ad una signora di circa 60 anni che aveva appoggiato la sua borsa della spesa sul sedile. La signora guarda la bambina e le dice : “No no tu qui non ti siedi!” ha raccontato Oneto nel suo post, spiegando poi così il suo intervento:  “Io dico alla donna di spostare la borsa e di fare sedere la bambina ma lei insiste e mi dice in modo arrogante di farmi gli affari miei. Peccato, hai trovato la persona sbagliata. La madre della piccola non dice nulla e guarda a terra.

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial