Roma, famiglia trovata morta dopo 10 giorni. Anche una neonata tra le vittime

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

quotidiano.net – https://urly.it/33s14

Roma, 17 dicembre 2019 – Mamma, papà e una bimba di appena due mesi. Morti tutti e tre. E, tragedia nella tragedia, morti nel silenzio e nell’indifferenza: li hanno ritrovati solo dieci giorni dopo. E non in un paesino sperduto, bensì non lontano dalla Capitale.

La famigliola – la madre 26enne, il padre  38enne e la neonata – sono stati ritrovati cadaveri intorno a mezzogiorno di oggi in un appartamento a Labico, nei pressi di Palestrina. Secondo un primo accertamento del medico legale, i tre sarebbero morti a causa di un’intossicazione da monossido di carbonio, sprigionato probabilmente da un braciere che la famiglia utilizzava per scaldarsi. 
Nella stanza in cui sono stati trovati, stesi sul letto, i tre corpi senza vita c’era infatti un secchio con i residui di un fuoco e un pezzo di carbone ormai ridotto in cenere: un braciere rudimentale che forse la famiglia, di origini nigeriane, ha utilizzato per scaldarsi. Particolare agghiacciante: i corpi non erano facilmente identificabili proprio perché il decesso, secondo il medico legale, risale a parecchi giorni fa.

A lanciare l’allarme, con una telefonata ai Vigili del fuoco, è stata la proprietaria dell’immobile di via Guglielmo Fioramonti, che non riceveva da giorni notizie della famiglia. Sentendo un forte odore provenire dall’abitazione, i pompieri hanno forzato la porta: hanno visto i corpi e hanno chiamato i carabinieri. I tre almeno non hanno sofferto: sono morti nel sonno.  

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial