I miei ricordi

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

ALESSANDRO BRUSADELLI – pubblicato sul FARO DEI VIGILI DEL FUOCO n. 110

23 novembre 1963 – Incendio all’ILSEA di Valmadrera: Era una raffineria delle più all’avanguardia in campo internazionale. Fondata nel 1948 da Ugo Ratti, aveva fornito anche le abitazioni ai dipendenti.


”Le fiamme che salivano dalla raffineria erano ancora in pieno vigore e il fumo era nero e denso. La temperatura era sensibilmente più alta del normale e la parete del monte retrostante riverberava il calore verso il lago. Sul piazzale era in azione l’autopompa dei Vigili del Fuoco”.  (Marco Bartesaghi)

I Vigili del Fuoco intervennero da Lecco, Como e da Valmadrera: si affrontava l’enorme incendio con le lance cometa per utilizzar lo schiumogeno.  L’impatto con un tale disastro fu traumatico: i mezzi a disposizioni scarsissimi. Utilizzavamo le lance cometa per spargere lo schiumogeno ed isolare l’ossigeno cosi da soffocare il fuoco, ma l’effetto fu scarso, sino all’arrivo dei colleghi da Milano con un cannoncino specifico che permise alfine di vincere il fuoco.

L’opera attorno alla raffineria si protrasse per molte ore poiché a fiamme spente si dovette procedere al raffreddamento dei serbatoi che si erano salvati dall’incendio.  Grazie a Dio non si ebbero vittime e nessuno si fece male.

Della raffineria non rimase nulla. Ora che sono in quiescenza per raggiunti limiti d’età, ho ancora ben presente quell’esperienza.

(Foto dell’ILSEA di Giorgio e Luigi Buizza)

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial