Cura il dolore articolare con l’idrokinesiterapia e fisioterapia integrata

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Questo articolo è per spiegarti come affrontare il dolore articolare con l’idrokinesiterapia individuale ed eventuale fisioterapia/osteopatia integrata.

Se seguirai i nostri consigli ti assicuro che avrai beneficio per i dolori articolari e risparmierai tempo e soldi, ti aiutiamo a recuperare con meno dolore, meno sedute e meno tempo da esiti di interventi chirurgici, traumi, infortuni, patologie ortopediche e neurologiche, per un veloce ritorno all’autonomia e all’ attività di vita quotidiana.

Davanti ad un problema muscolo scheletrico o dopo un intervento chirurgico molto spesso ricorri a farmaci (che danno effetti collaterali) e a distanza di tempo il dolore cronicizza.

La maggior parte delle persone che visitiamo sono affette da dolore cronico, perché il problema originario non è stato affrontato ricercandone la causa, o curato adeguatamente.

A volte dubiti seriamente di aver preso la giusta decisione o di avere fatto la cosa giusta: “vado dall’ortopedico, dal fisioterapista, dall’osteopata?”

Ti domandi inoltre: “seguo il consiglio dell’amico/a”, oppure “mi accontento di un centro qualsiasi vicino casa?” o “punto al risparmio?”

Rifletti bene, la spesa per la terapia è maggiore se impieghi molto tempo ad uscire dal problema e/o facendo tante sedute, oppure se con meno sedute?

Lidrokinesiterapia o riabilitazione in acqua, è poco conosciuta perché sono rare le piscine e in particolare è raro trovare un fisioterapista specializzato dall’ANIK – Associazione Nazionale Idrokinesiterapisti (www.anik.it) –  che lavora dentro l’acqua solo per te.

Sfatiamo alcuni miti per farti capire che pochi sanno cosa è l’idrokinesiterapia:

non serve saper nuotare, non è il nuoto, non è l’acqua gym e non si esegue in gruppo se hai un problema diverso da altri, perché le sedute di piccolo gruppo vanno bene per prevenire o mantenere un beneficio;

non fa venire i reumatismi, anzi con il movimento facilitato e sotto controllo migliora l’artrosi ed il movimento, quindi è un’ottima terapia per gli anziani e per il mal di schiena.

Le patologie che curiamo con l’idrokinesiterapia sono il mal di schiena, la sciatica, l’artrosi, le rigidità articolari molto frequenti dopo gli interventi chirurgici (interventi su ginocchio, anca, spalla, colonna) perché in acqua si avverte meno dolore, si cammina meglio, la circolazione del sangue migliora, si avverte meno fatica, si alleggerisce il carico, ci si muove meglio ed è piacevole come stare alle terme o nei mari caldi.

L’idrokinesiterapia è importante anche per le grandi patologie invalidanti come esiti di ICTUS, morbo di Parkinson, lesioni midollari, sclerosi multipla proprio perché in acqua il movimento è facilitato e guidato dal fisioterapista.

La struttura con la piscina è completamente accessibile e con parcheggio riservato ai pazienti.

 Muoversi meglio e senza dolore aiuta ad affrontare la vita quotidiana, sia per chi ama lo sport sia per chi fa vita sedentaria, sia per chi è in sovrappeso, sia per chi non desidera vivere una condizione invalidante.

Le sedute sono individuali e a seconda della valutazione del problema possono essere sufficienti una o due sedute settimanali in caso di dolore articolare di esiti di patologie neurologiche, quindi le terapie non si fanno tutti i giorni;

Possono essere fatte a cicli e dare benessere per molto tempo;

In caso di intervento chirurgico le sedute possono essere anche tre a settimana ma solo i primi tempi, o integrate con la rieducazione a secco (rieducazione motoria, osteopatia, rieducazione posturale, terapia fisica strumentale come la TECARterapia).

Fare meno sedute terapeutiche per ottenere il beneficio significa risparmiare tempo, denaro e non cronicizzare.

Ogni seduta dura un’ora, in acqua calda e noi abbiamo l’acqua salata che fa bene alla pelle e riduce l’aggressione del cloro.

Le persone che da oltre trent’anni curiamo ci raccontano che “il dolore che avevo al risveglio la mattina va molto meglio, il formicolio che compariva al braccio non lo avverto più, cammino molto meglio, rifaccio sport, …”

L’originalità dell’approccio riabilitativo con l’idrokinesiterapia è che non costituisce un metodo a se, ma può essere integrato in modo opportuno con altre tecniche specialistiche che come fisioterapisti abbiamo studiato e sappiamo usare, come ad esempio l’osteopatia, la riabilitazione posturale, la terapia manuale e neuromotoria, la terapia fisica come la TECARterapia.

Ciò che conta è ottenere un risultato e dare risultati, quindi se pensi di essere ancora disorientato e dubiti seriamente di aver preso la giusta decisione o di avere fatto la cura migliore, parla con chi conosce ampiamente il mondo della fisioterapia e osteopatia ma in particolare scopri il mondo della cura con l’idrokinesiterapia.

POLIAMBULATORIO IDROFISIO ANIK

Via di Donna Olimpia, 8 00152 Roma – Tel 06 66141333; cell: 370 152 2258

PARCHEGGIO RISERVATO ai nostri pazienti – www.poliambulatorioidrofisio.it;

Facciamo parte del gruppo FISIOTERAPIA ITALIA www.fisioterapiaitalia.com/idrofisio-anik/ – e.mail: – info@poliambulatorioidrofisio.it 

Seguici su Facebook : poliambulatorio idrofisio ANIK; – Youtube: poliambulatorio idrofisio ANIK

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial