La dieta chetogenica

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

FRANCESCA SPASARO

Sempre più spesso mi capita che le persone si rivolgano a me per difficoltà nel perdere peso, scoraggiati dopo numerosi tentativi di dimagrimento, riferendomi sintomi come: stanchezza cronica, sonnolenza, fame soprattutto per i carboidrati (dolci o salati) e gonfiore. In questi pazienti il quadro clinico che riscontro è quello di un’iperinsulinemia e di un’insulino-resistenza, quindi un’alterazione nel metabolismo degli zuccheri.

Nella mia pratica clinica, di medico endocrinologo e diabetologo, utilizzo la dieta chetogenica, oltre che a scopo dimagrante, come terapia di numerose patologie metaboliche (sovrappeso, obesità, iperinsulinemia, insulino-resistenza, diabete mellito di tipo 2), senza necessità di ausilio farmacologico.

La dieta chetogenica è l’approccio migliore per raggiungere l’obiettivo della perdita di peso e contemporaneamente risolvere il problema metabolico alla base.

La terapia è caratterizzata da una riduzione drastica dei carboidrati. Questa condizione metabolica, conosciuta come chetosi induce l’organismo ad utilizzare i grassi a scopo energetico.

Il razionale d’impiego è che non assumendo carboidrati dall’alimentazione, il corpo ricaverà energia dalla degradazione degli acidi grassi alimentari e dal grasso di deposito: per questo motivo in chetosi il peso perso è esclusivamente massa grassa, rimodellando la silouette del corpo (scopo dimagrante) e permettendo un reset del metabolismo dell’insulina (scopo terapeutico).

La chetosi porta l’organismo a bruciare un maggior numero di calorie (effetto termogenetico) e stimola la secrezione di ormoni e metaboliti che favoriscono lo smaltimento del grasso e sopprimono l’appetito.

Consumando con costanza menù previsti dalla dieta chetogenica, si possono ottenere ottimi risultati, arrivando a perdere fino a quattro chili a settimana.

Ci tengo a sottolineare che dieta chetogenica e iperproteica non sono affatto sinonimi: la chetogenica è una dieta normoproteica, pertanto non affaticando né i reni né il fegato, può essere seguita per tempi prolungati in assoluta sicurezza.

Tra le sue caratteristiche fondamentali della chetogenica vanno annoverate l’assenza di fame e una grande energia sia fisica che mentale.

Presso lo studio Medea Medica, un team di professionisti della nutrizione specializzati in dieta chetogenica, da me coordinati, è a disposizione per aiutare i pazienti a raggiungere il loro obiettivo.

Dott.ssa Francesca Spasaro
Medico chirurgo
Specialista in Endocrinologia e Diabetologia
Nutrizione clinica
Omotossicologia
Piede Diabetico
3405061979

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial