OLANDA, EUTANASIA SOTTO I 12 ANNI/ Chi difenderà la vita, se non c’è più la Chiesa?

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

ilsussidiario.net – urly.it/388×9

ossibilità di eutanasia per i malati terminali sotto i dodici anni: la prima linea dei cosiddetti “nuovi diritti” tracciata dal governo olandese del conservatore Mark Rutte porta a compimento il processo di legalizzazione della “buona morte” iniziato proprio nei Paesi Bassi nel lontano 2001. Ma fa di più: evidenzia il paradosso di un continente che da un lato sta combattendo in trincea la battaglia contro l’onda mortifera da Covid-19 e, dall’altro, sancisce il morire come una delle decisioni di cui l’uomo può disporre per sé e per i propri figli.

Il clima è dunque quello di una moderna tecnofagia di dantesca memoria: come il conte Ugolino divorava la sua prole, così le leggi del Regno di Guglielmo Alessandro danno in pasto agli adulti – che potranno decidere per loro – molte piccole vite inconsapevoli, destinate a essere defraudate proprio di quella libertà in nome della quale, diciannove anni fa, si iniziò a legiferare in materia.

Please follow and like us:
RSS
Facebook
Facebook
Twitter
LINKEDIN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial