subscribe: Posts | Comments

Riqualificazione del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco

0 comments
Riqualificazione del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Mantova , 20 settembre 2016

Al Presidente del Consiglio
Matteo Renzi
Al Ministro dell’Interno
On.Le Angelino Alfano
E,p.c
Al sottosegretario di Stato con delega al C.N.VV.F
On.Le Gianpiero Bocci
Al Capo Dipartimento Del C.N.VV.F
Dott. Bruno Frattasi
Al Capo del C.N.VV.F
Dott. Ing. Gioacchino Giomi

Oggetto: Riqualificazione del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco
Illustri,
lo scorso 24 Agosto 2016, il nostro territorio nazionale è stato ancora una volta duramente colpito da una calamità naturale. L’invio sul territorio dei primi mezzi di soccorso provenienti anche da altre Regioni della nostra penisola è risultato alquanto difficoltoso, soprattutto a causa dell’orografia del territorio colpito.
Ineguagliabile la vicinanza e lo spirito di abnegazione messo in campo da donne e uomini del Corpo Nazionale Vigili del Fuoco che fin da subito si sono attivati con un unico obiettivo, quello di trarre in salvo il maggior numero di vite umane.
I ringraziamenti e gli abbracci ricevuti, sembrano aver riavvicinato un mondo politico negli ultimi anni distante anni luce dalle richieste del personale. Un primo stanziamento economico in favore del C.N.VV.F lo si è avuto pochi giorni fa al fine di garantire l’acquisto di nuovi mezzi ed
attrezzature sempre più all’avanguardia.

Come Federazione attenta alle problematiche del Corpo, auspichiamo sia solo un primo passo verso una totale riqualificazione dell’intera struttura.
Per quanto concerne il personale auspichiamo che vi sia:

  • 1) Il giusto riconoscimento economico che vada ben oltre il contributo straordinario stabilito dalla Legge 28/12/2015 n° 208 e dal credito Art 1 del D.L 66/2014.

  • 2) Attuazione dei decreti attuativi atti a garantire la Specificità del lavoro svolto in base all’Art 19 della legge 183/2010 tenendo in considerazione tutte quelle malattie professionali e psicologiche alle quali la categoria può essere soggetta.

  • 3) Riforme dei decreti legislativi appartenenti al C.N.VV.F “decreto 139 del 2006 e decreto 217 del 2005

  • 4) Aumento in pianta organica nel ruolo Vigile attraverso lo scorrimento della graduatoria del concorso pubblico ad 814 posti nella qualifica di VV.F ed al contempo certezze sull’uscita della nuova procedura pubblica.

    Per il personale Volontario del C.N.VV.F:

  • 5) Riforma del D.P.R 76/2004 relativo al personale Volontario Vigili del Fuoco. La nuova bozza è pronta da tempo ma mai attuata.

    E’ bene ricordare che la legge 225/92 vede i Vigili del Fuoco come componente fondamentale del sistema di protezione civile, purtroppo ad oggi è vero solo in parte.

È necessario conferire al dipartimento dei vigili del fuoco pieni poteri sul coordinamento di tutte le fasi del soccorso, sia per quanto riguarda l’ordinario che per le macro emergenze, soprattutto nei momenti iniziali, onde evitare sovrapposizioni e inutili “competizioni” tra enti, massimizzando l’efficacia delle risorse messe in campo dallo Stato.
Speranzosi che parte di quanto richiesto, possa essere oggetto di studio ed approvazione già durante la conversione in legge dei prossimi provvedimenti legislativi “manovra economica”, in attesa di un cordiale cenno, porgiamo distinti saluti.

VVF D’Anna Ferdinando
Direttivo Naz.Le F.N.C.VV.F

Rispondi




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: