subscribe: Posts | Comments

Boom malattie legate al sesso in Italia, l’allarme: +400% casi sifilide dal 2000

0 comments
Boom malattie legate al sesso in Italia, l’allarme: +400% casi sifilide dal 2000

http://www.lastampa.it/  https://goo.gl/aUCjmN

Le malattie legate al sesso, ovvero le cosiddette malattie sessualmente trasmissibili (Mst), per un lungo periodo sembravano non rappresentare ormai un’emergenza, ma non è più così: dalla sifilide alla gonorrea, passando da Aids e altre infezioni, negli ultimi anni si registra un ritorno di tali patologie con un’impennata dei casi che si delinea come un vero e proprio `boom´. Il dato più allarmante è quello legato alla sifilide: in 17 anni si è registrato il 400% in più di casi. L’allarme arriva dal 56mo Congresso dell’Associazione Dermatologi Ospedalieri (Adoi), dal quale gli esperti lanciano un invito alla prevenzione rivolto innanzitutto ai giovani.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ogni anno l’impatto di quattro Mst, tra le più diffuse, corrisponde a 498,9 milioni di nuovi casi. Questo vuol dire che nel mondo oltre un milione e mezzo di persone ogni giorno si ammala per una Mst, mentre la gonorrea ha visto quasi raddoppiare i casi in Europa tra il 2008 al 2013. In Italia, secondo l’Istituto Superiore di Sanità, negli ultimi anni i casi di Mst sono aumentati, passando dai circa 3500 del 2006 ai circa 6500 del 2013. Un aumento registrato soprattutto tra i maschi. Ad aumentare sono soprattutto malattie batteriche come le infezioni da Chlamydia e la sifilide, ma anche quelle determinate da virus come i condilomi dovuti ad alcuni tipi di HPV e le epatiti da virus A o C. Per non parlare dell’infezione da HIV, oggi diventata la più importante malattia a trasmissione sessuale per le sue rilevanti implicazioni cliniche e di spesa sanitaria e i cui nuovi casi non accennano a diminuire nel mondo occidentale, con una minore percezione del rischio – e un conseguente picco di infezioni – soprattutto nella popolazione over-50 e anziana.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *