subscribe: Posts | Comments

Brucia la discarica di via Caputo, i residenti: “Comune di Roma dove sei?”

0 comments
Brucia la discarica di via Caputo, i residenti: “Comune di Roma dove sei?”

http://torri.romatoday.it/

Una densa nube di fumo si è sprigionata nel pomeriggio di martedì 13 dicembre,da un incendio divamapato dalla discarica abusiva situata lungo il Fosso del Benzone, tra via Caputo e via Cappello. Tanta la rabbia dei residenti e dei comitati di quartiere costretti a respirare per ore il fumo proveniente dal rogo.

La discarica era stata già da tempo segnalata dal comitato di quartiere Colle Degli Abeti. Qui la strada, senza uscita perché non ancora ultimata, era diventata ricettacolo di ogni genere di rifiuti, soprattutto ingombranti. Materassi, mobili, elettrodomestici e calcinacci, un “cimitero” di spazzatura che destava non poche preoccupazioni tra gli abitanti del quartiere.

COLLE DEGLI ABETI – “Abbiamo iniziato a segnalare la presenza della discarica dal mese di luglio – spiega Federico Verdicchio, presidente del comitato di quartiere di Colle degli Abeti – i residenti del quadrante Roma Est già sono costretti a combattere tutti i giorni con i roghi tossici provenienti dalla baraccopoli di via di Salone e da micro insediamenti, a questi si aggiungono i fumi di Rocca Cencia e della Basf”. Sull’incendio di ieri, Verdicchio prosegue: “E’ stato domato grazie all’intervento dei Vigili del Fuoco ma resta priva di risposta in tutti noi una banale domanda: ma possibile che in oltre 5 mesi il Comune di Roma non sia riuscito bonificare l’area e a posizionare o a far posizionare dal consorzio del Piano di Zona un new jerseyper chiudere il passaggio ai delinquenti inquinatori?”. Infine l’appello: “Comune di Roma dove sei? Sindaco, assessore all’urbanistica, consiglieri comunali dove siete? Governare questa città è compito veramente difficile ma il vostro lungo silenzio è diventato intollerabile”.  Infine: “I rappresentanti del VI municipio fanno del loro meglio girando ai competenti uffici le nostre segnalazioni,  ma i gravi problemi del nostro quartiere non si risolveranno mai senza l’intervento pesante dell’amministrazione centrale che a noi sembra latitare e che fino ad ora non ha mai risposto alle nostre sollecitazioni”.

NUOVA PONTE DI NONA – A fare da eco alle parole di Federicchio Verdicchio anche Bruno Foresti, presidente del comitato di quartiere Nuova Ponte di Nona: “Fino ad ora abbiamo combattuto i roghi tossici che provengono dalla baraccopoli di via di Salone, adesso, i roghi li accendono anche all’interno dei nostri quartieri, da qualche mese”. Prosegue: “Una situazione assolutamente inaccettabile – prosegue Foresti – non si può vivere così, chiediamo che l’amministrazione intevenga con misure urgenti per impedire che questa strada diventi ancora una discarica, sono necessari dei controlli mirati e una bonifica sull’esistente”.

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *