subscribe: Posts | Comments

CONFSAL La voce della segreteria- parola d’ordine concretezza

0 comments
CONFSAL La voce della segreteria- parola d’ordine concretezza

CONFSAL – Vigili del Fuoco
Federazione Nazionale Autonoma Vigili del Fuoco

Nella mattinata di oggi (26) si è tenuto il previsto incontro sulle proposte di riordino ordinamentali ricevute nel primo pomeriggio di ieri.
La riunione è stata presieduta dal Sottosegretario di Stato, On Gianpiero Bocci, unitamente al Capo Dipartimento, al Capo del Corpo, ai Direttori Centrali e ad un nutrito staff tecnico/amministrativo del Dipartimento e alle OO.SS. rappresentative sia del personale che dei dirigenti e direttivi.

Il Sottosegretario Bocci, prima di passare la parola alle OO.SS. ha ripercorso preliminarmente le tre fasi che hanno accompagnato la riforma ordinamentale delle competenze del CNVVF e delle carriere del relativo personale attraverso l’adozione di corrispondenti decreti, sottolineando con orgoglio e soddisfazione il grande risultato conseguito nell’aver ottenuto la disponibilità finanziaria di 103 milioni di euro, strutturali e quindi permanenti in pianta stabile, a favore del personale;
stanziamento questo che costituisce senz’altro l’intervento più massiccio e significativo adottato negli ultimi decenni in favore dei Vigili del Fuoco.

L’On. Bocci ha quindi richiamato l’adozione del primo provvedimento, avvenuta nel mese di Maggio, a cui ha fatto seguito il varo del secondo provvedimento, entro il mese di Ottobre, preannunciando la definizione in Consiglio dei Ministri del provvedimento definitivo di revisione del D.lgs n° 217/05 entro il mese di Novembre prossimo venturo.
Ci ha infine rappresentato che la modifica ordinamentale delle carriere, come previsto dalla legge, riguarderà tutto il personale del Corpo e che la stessa potrà essere comunque ulteriormente migliorata nel pur breve lasso di tempo ancora disponibile, nell’ottica di contemperare al meglio il recepimento delle necessità di riforma con le risorse economiche disponibili.
Da parte nostra, con il consueto spirito di attenta e oculata collaborazione per il miglioramento del provvedimento, abbiamo osservato che nella proposta pervenutaci molti punti necessitano del dovuto approfondimento.

Di conseguenza, nell’esortare il Sottosegretario ed i Vertici del CNVVF ad esercitare ogni sforzo possibile per garantire, attraverso il reperimento di ulteriori risorse, la totale equiparazione con gli altri Corpi dello Stato, abbiamo evidenziato:
– pur apprezzando l’inserimento nelle specializzazioni degli elisoccorritori, si osserva la mancanza di analoga previsione per i TLC, per i quali manca la previsione di adeguata collocazione nel progetto di riordino;
– l’assoluta opportunità di verificare la possibilità di ridurre dai 12 anni previsti a 10 anni l’anzianità nella procedura concorsuale a Capo Reparto;
– l’elevazione in pianta organica dell’organico di Capo Squadra che, in aggiunta al previsto concorso per vice ispettori con più di 1.600 unità, potrà consentire ulteriori passaggi di qualifica e, quindi, una significativa velocizzazione del percorso di carriera;
– l’opportunità che venga garantita in favore del personale interno in possesso del diploma o della laurea una riserva cospicua di posti nei concorsi pubblici, sia nei profili di ispettore che di direttore, tecnico e amministrativo, senza limitazione d’età anagrafica, al fine della valorizzazione delle  esperienze professionali maturate;
– la necessità di acquisire più circostanziati elementi informativi sull’istituendo ruolo tecnico e sull’aumento dell’organico dei dirigenti superiori e primi dirigenti, nonché sulla prevista istituzione della dirigenza amministrativa;
– l’apprezzamento per aver previsto il riconoscimento dei posti di funzione per tutto il personale direttivo, unitamente all’attribuzione di un assegno di posizione e di un corrispettivo per il lavoro straordinario in misura forfettaria.

Tale previsione costituisce un importante ed epocale riforma per i vice dirigenti che, unitamente all’ulteriore prospettiva dell’incremento dell’organico di primi dirigenti, conseguono un significativo riconoscimento professionale e lo snellimento del percorso di carriera per l’approdo alla dirigenza, tenuto altresì conto del considerevole pensionamento dirigenziale previsto nei prossimi anni.

Dovrà tuttavia porsi particolare attenzione nella definizione dei posti di funzione, le cui fasce dovranno essere altresì opportunamente modulate in relazione alla effettiva rilevanza ed al connesso livello di responsabilità dell’incarico assegnato, in modo da evitare condizioni sperequative.

Il Sottosegretario Bocci ha definito l’incontro utile e positivo anche se con posizioni diversificate, legate comunque da un unico denominatore comune, il miglioramento delle condizioni del personale e  dell’organizzazione del Corpo.

Ha inoltre sottolineato che il contributo di tutti ha permesso di creare le condizioni per favorire carriere più veloci, accorciando le distanze e velocizzando gli sviluppi professionali. Per il bene dei lavoratori vigili del fuoco, inoltre, si è garantito quel principio di giustizia sociale, attraverso una visione unitaria accompagnata da scelte concrete.

In conclusione dei lavori il Capo Dipartimento, Pref. Bruno Frattasi, ha valutato positivamente il disegno complessivo che stiamo portando avanti attraverso un lungo percorso, arricchito da stimoli, suggerimenti e proposte che hanno permesso la crescita e il fattivo concretizzarsi del provvedimento.

Ci ha inoltre fatto presente le difficoltà intervenute sulla copertura  finanziaria da parte del MEF che, per il pronunciamento sulla compatibilità economica del provvedimento, ha chiesto di tener conto nei conteggi di una pianificazione per un arco temporale di 10 anni.

Sull’istituendo ruolo tecnico, ha altresì rappresentato che al personale della Banda Musicale e delle Fiamme Rosse sarà attribuito un ruolo di rappresentanza del Corpo e che agli stessi verranno garantite le attuali condizioni economiche e previdenziali attraverso un ruolo ad esaurimento, mantenendo l’attuale collocazione giuridica.
Ci ha inoltre assicurato sulle percentuali delle riserve di posti a favore del personale interno nei concorsi pubblici, sottolineando che il testo elaborato terrà conto delle ulteriori valutazioni emerse dal confronto e, verosimilmente, sarà portato a fine novembre in Consiglio dei Ministri riservandosi, prima di tale momento, di presentarci il testo definitivo, opportunamente delineato nei dettagli.
Ci ha infine rappresentato l’istituzione di nuovi posti da dirigente amministrativo e dirigente informatico.

A margine dell’incontro ci ha confermato, come peraltro anticipatovi, che la legge di bilancio 2018 prevederà un potenziamento dell’organico di ulteriori 1.300 unità, oltre al turn over previsto al fine di dimezzare l’attuale deficit di organico che il Corpo presenta.

In conclusione, abbiamo ravvisato da parte ell’Amministrazione la volontà di migliorare la proposta ricevuta, così da garantire le istanze e i bisogni di tutto il personale del Corpo.
Da parte nostra non possiamo sottacere l’apprezzabile e corretto comportamento del Sottosegretario Bocci, unitamente ai Vertici dipartimentali, ricordando che la legge delega sugli argomenti in trattazione prevedeva il solo “sentito sindacale”.

In conclusione, abbiamo sollecitato l’Amministrazione, anche in considerazione dell’imprevedibile durata dell’attuale compagine governativa, a fare ogni ulteriore, utile e ragionevole sforzo per velocizzare la definizione del provvedimento in tempi brevi e nel migliore dei modi.

Il Presidente Il Segretario Generale
Consulta Dirigenti e Direttivi CONFSAL VV.F. Confsal VV.F.
(Ing. Vincenzo CIANI) (Franco GIANCARLO)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *