subscribe: Posts | Comments

Il decreto terremoto e i Vigili del Fuoco. Per chiarimenti si allega l’art. 51

0 comments
Il decreto terremoto e i Vigili del Fuoco. Per chiarimenti si allega l’art. 51

VIGILI DEL FUOCO – E’ stabilito l’incremento del Fondo di amministrazione del personale non direttivo e non dirigente del Corpo nazionale dei vigili del fuoco per 2,6 milioni di euro per l’anno 2016, utilizzando le risorse destinate dal decreto enti locali all’assunzione di 400 vigili del fuoco, e destina 50 milioni complessivi nel biennio 2016-2017 per ripristinare il parco mezzi del Corpo nazionale dei vigili del fuoco e per garantire il trasporto delle macerie del terremoto che ha colpito il Centro Italia.


Articolo 51.
1. In relazione alla situazione emergenziale conseguente agli eventi sismici di cui all’articolo 1, il fondo di amministrazione del personale non direttivo e non dirigente del Corpo nazionale dei vigili del fuoco è incrementato di 2.600.000 euro per l’anno 2016.

2. All’onere derivante dal comma 1, pari a 2.600.000 euro per l’anno 2016, si provvede mediante utilizzo delle risorse di cui all’articolo 6-bis, comma 2, del decreto-legge 24 giugno 2016, n. 113, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2016, n. 160, per l’assunzione di 400 unità nella qualifica di vigile del fuoco del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, che viene fissata con decorrenza non anteriore al 1º novembre 2016.

3. Il Ministro dell’economia e delle finanze è autorizzato ad apportare, con propri decreti, le occorrenti variazioni di bilancio.

4. Al fine di ripristinare l’integrità del parco mezzi del Corpo nazionale dei vigili del fuoco, nonché per garantire l’attività di raccolta e trasporto del materiale derivante dal crollo degli edifici nei territori delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo colpiti dagli eventi sismici di cui all’articolo 1, nonché per assicurare lo svolgimento dell’attività di rimozione e trasporto delle macerie dai predetti territori, è autorizzata la spesa di 5 milioni di euro per l’anno 2016 e 45 milioni di euro per l’anno 2017. Ai relativi oneri si provvede ai sensi dell’articolo 52.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *