subscribe: Posts | Comments

Due ragazzi italiani dispersi nell’incendio della Grenfell Tower

0 comments
Due ragazzi italiani dispersi nell’incendio della Grenfell Tower

http://www.ilsole24ore.com

ono Gloria Trevisan e Marco Gottardi, entrambi veneti, i due italiani dispersi nel devastante incendio della Grenfell Tower di Londra. «Siamo stati al telefono con i ragazzi fino all’ultimo istante, poi ci hanno detto che l’appartamento era invaso dal fumo e le comunicazioni si sono interrotte. Speriamo solo in un miracolo» ha detto all’Ansa Giannino Gottardi, il papà di Marco, architetto di San Stimo di Livenza (Venezia). L’uomo ha riferito che la Farnesina lo ha contattato pochi minuti fa dicendogli che il figlio e la fidanzata, Gloria Trevisan, «non
risultano tra le persone ricoverate negli ospedali di Londra».

Londra, agente immobiliare a Radio24: due famiglie italiane con bambini nella torre

Che ci fossero degli italiani nella torre lo aveva affermato Beatrice Antonini dell’agenzia immobiliare Real Estate Genius ai microfoni di Radio 24, aggiungendo: «Nella torre abbiamo cinque appartamenti affittati e alcuni clienti sono italiani», in particolare sono «due famiglie italiane con bambini. Al momento non abbiamo saputo niente di loro». Dalla Farnesina è stato dichiarato che al momento «risultano dispersi due connazionali sulla cui identità viene mantenuto il più stretto riserbo». Anche se poi l’Ansa ha ottenuto i due nomi dei ragazzi veneti da fonti informate.

Il bilancio
Gli ultimi aggiornamenti parlano di 12 morti e 68 feriti di cui 18 in condizioni critiche. E c’erano anche «degli italiani che vivevano nella torre». La Grenfell Tower, grattacielo residenziale di edilizia popolare di 27 piani a North Kensington, ha preso fuoco per cause ancora da accertare verso l’una locale (le 2 in Italia) come una gigantesca torcia nella notte: 24 i livelli coinvolti, dal secondo piano in su.

Nessuna ipotesi al momento sulle cause dell’incendio. La priorità, per i vigili del fuoco, è stata completare l’azione di spegnimento dei focolai prima ancora di ispezionare ciò che resta del grattacielo. E già fioccano le polemiche per gli allarmi lanciati nei mesi scorsi in merito alla sicurezza dell’edificio, che sarebbero rimasti inascoltati.

Scioccanti le testimonianze di chi ha assistito con i propri occhi a una scena che ha riportato la paura nella capitale britannica, anche se questa volta il terrorismo non sembra avere nulla a che fare e al momento si parla di «incidente».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *