subscribe: Posts | Comments

Emendamenti e stabilizzazione V.V.F. Associazione Nazionale Discontinui dei Vigili del Fuoco informa

0 comments
Emendamenti e stabilizzazione V.V.F. Associazione Nazionale Discontinui dei Vigili del Fuoco informa

https://goo.gl/tT0eQv

La Camera, rispetto ai circa 5000 emendamenti presentati, ha deciso gli emendamenti ammissibili e quelli inammissibili.

Ebbene la prima buona notizia è che l’emendamento 74.357, primo firmatario Fassina e firmato da tutto il  gruppo di Sinistra Italiana, relativo alla stabilizzazione dei vigili discontinui, ha passato il vaglio di ammissibilità.

C’è anche una seconda, per ora parziale, buona notizia procedurale. I gruppi della Camera  sono chiamati a segnalare gli emendamenti che devono essere per forza messi in votazione. Su totali 5000 emendamenti presentati,  ai gruppi di maggioranza spetta di segnalare 450 emendamenti e altri 450 spettano ai gruppi di opposizione.

Al gruppo di sinistra italiana sono stati assegnati da segnalare un numero di 66 emendamenti sui circa 300 presentati, ebbene tra i 66 che il gruppo chiederà vengano messi per forza in votazione ci sarà anche l’emendamento 74.357 relativo alla stabilizzazione dei vigili del fuoco discontinui.

Ora vedremo chi vota a favore e chi vota contro, non c’è scampo per nessuno e i deputati dovranno schiacciare il ditino su un tasto. Le votazioni in commissione bilancio iniziano venerdì  poi ci sarà il voto in Aula. Abbiamo due occasioni nelle quali vedremo chi sarà coerente e chi no.

TESTO DELL’EMENDAMENTO 74.357 Firmatari:  Fassina, Placido, Airaudo, Martelli, Marcon, Melilla, Franco Bordo, Costantino, D’Attorre, Duranti, Daniele Farina, Fava, Fassina, Ferrara, Folino, Fratoianni, Carlo Galli, Giancarlo Giordano, Gregori, Kronbichler, Nicchi, Paglia, Palazzotto, Pannarale, Pellegrino, Piras, Quaranta, Ricciatti, Sannicandro, Scotto, Zaratti. Dopo il comma 36, aggiungere i seguenti:

36-bis. Al fine del rafforzamento delle attività del Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco e di garantire gli interventi di soccorso in particolare negli eventi sismici e nelle calamità naturali a partire dall’anno 2017 si procede alla stabilizzazione del personale precario richiamato in servizio in maniera discontinua dai comandi provinciali.

36-ter. Il personale di cui al comma precedente da stabilizzare deve possedere i seguenti requisiti alla data del 31 dicembre 2016:

a) avere effettuato da almeno tre anni il corso 120 ore o il servizio militare di leva presso il Corpo nazionale dei Vigili del Fuoco;

b) avere effettuato almeno 120 giorni di richiamo in servizio anche non consecutivi, presso i comandi provinciali. 36-quater. Entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge il Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, con decreto definisce le modalità, i criteri e i termini per l’attuazione di quanto previsto dal comma 36-bis del presente articolo relativo alla stabilizzazione del personale in possesso dei requisiti di cui al comma 36-ter.

36-quinquies. L’articolo 29, comma 1, lettera c), del decreto legislativo n. 81/2015 è soppresso.

36-sexies. Alla stabilizzazione del personale di cui al comma 36-bis sono destinati a decorrere dall’anno 2017 risorse nei limite di 300 milioni di euro. Conseguentemente, all’articolo 81 sopprimere il comma 2.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *