subscribe: Posts | Comments

Cala lo spreco alimentare e arriva l’indicazione di origine per il latte

0 comments
Cala lo spreco alimentare e arriva l’indicazione di origine per il latte

http://www.corriere.it/

Per due italiani su tre le lancette del tempo sono tornate indietro di anni, cioè a quando gettare il cibo era come fare peccato e gli avanzi del pranzo, abilmente rielaborati e trasformati, si consumavano a cena e anche il giorno dopo, se ne rimaneva ancora. La crisi, o il solo il sue effetto psicologico sui consumatori, ha tagliato di netto gli sprechi alimentari. Quest’anno, il 25% degli italiani ha annullato totalmente gli sprechi alimentari mentre il 33% li ha diminuiti, il 31% ha dichiarato di non aver cambiato abitudini ed appena il 7% ha detto di averli aumentati rispetto all’anno precedente.

La data di scadenza  – Sono i risultati di un’indagine della Coldiretti e dell’ istituto di ricerca Ixè diffusi in occasione della 15/a edizione del Forum internazionale dell’agricoltura e dell’alimentazione dalla quale emerge anche un altro fenomeno che fa riflettere: più del 44% degli italiani mangia gli alimenti anche quando hanno superato la data di scadenza, il 32% lo fa entro la prima settimana successiva, l’8% se non è passato più di un mese e c’è anche un 4% che si spinge oltre. Bisogna distinguere, però, a quanto è scritto in etichetta, tra le «da consumarsi entro il…» e «da consumarsi preferibilmente entro il…», ricorda Coldiretti. La prima è la data entro cui il prodotto deve essere consumato per non esporsi a rischi importanti per la salute, la seconda è quella fino alla quale il prodotto alimentare conserva tutte le sue proprietà organolettiche e gustative, o nutrizionalI.

CONTINUA A LEGGERE – https://goo.gl/vyu5N8

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: