subscribe: Posts | Comments

Finanza agevolata. Strumento difficicle?

0 comments
Finanza agevolata. Strumento difficicle?

Falco Verna

Dopo tre anni di attività in questo campo, ho raccolto una serie di impressioni che vorrei sintetizzare, allo scopo di sfatare delle favole preconcette, che portano a gravi disillusioni degli imprenditori che vorrebbero utilizzare per la prima volta questo strumento.

Perché “Imprenditori”? Perché la finanza agevolata è uno strumento per le aziende. Non finanzia i privati: al massimo, i professionisti o le ditte individuali. Ma fondamentalmente è uno strumento per le aziende che assolvono alle due funzioni cardine del sistema sociale:

  • creano posti di lavoro;

  • producono cibo in quantità industriali.

A margine, ogni tanto si trova qualcosa per altri tipi di aziende, ma si tratta di eccezioni.

La Finanza Agevolata sostanzialmente eroga fondi pubblici, che quindi non devono essere sciupati. Per questo, il sistema deve finanziare solo imprese solide, che useranno le risorse per espandersi e  quindi creare posti di lavoro. Per ottenere i fondi occorre presentare un “business plan” ben concepito, credibile, dettagliato nelle sezioni di spese e costi e nell’analisi di mercato. In particolare, occorre che sia chiarito come l’impresa arriva a definire i prezzi, tenendo conto dei costi di produzione e dei prezzi della concorrenza. Ciò, infatti, è indispensabile all’esaminatore per sapere se l’impresa ha le caratteristiche per rimanere sul mercato e impiegare utilmente i fondi che riceve. Anche una “start-up”, vedrà arrivare i fondi che le sono assegnati dopo un anno o più dalla vittoria nella gara (sì, perché il “bando” che pubblicizza il finanziamento è una gara), e nel frattempo dovrà aver realizzato l’investimento (perché i finanziamenti, in genere, sono a rimborso). Perciò l’impresa, anche se concorre per avere dei fondi pubblici, deve essere capace di restare in piedi sulle sue gambe per tutto il tempo necessario a ottenere i finanziamenti. La procedura, infatti, di solito segue il seguente flusso:

Perciò, per ottenere fondi con la finanza agevolata bisogna:

  • avere le idee chiare e pianificare;

  • essere in grado di fare impresa anche senza i fondi pubblici, eventualmente ricorrendo a “business angels” o al “crowd funding”

  • essere seguiti da una consulenza professionale;

  • lavorare a progetti consistenti con la strategia generale di sviluppo della EU, e quindi anche dello Stato e delle Regioni.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *