Diverse persone sono rimaste ferite in due esplosioni avvenute in impianti chimici del gigante tedesco Basf, in due cittadine distanti una ventina di chilometri, Ludwigshafen e Lampertheim, a sud di Francoforte nell’ovest del paese. L’incidente più grave, quello del quale ci sono “feriti e dispersi” è avvenuto intorno alle 11.30 a Ludwigshafen. Un primo bilancio reso noto diverse ore dopo il boato parla di “almeno un morto, sei feriti e sei dispersi”. E le cause ancora da accertare.

La stessa Basf ha chiesto alla locale popolazione “di evitare gli spazi aperti e di lasciare chiuse porte e finestre delle abitazioni”. L’esplosione è avvenuta nel porto nord sul Reno, dove nell’impianto si lavora gas e petrolio.