subscribe: Posts | Comments

Il progetto di messa in sicurezza della Colombo e gli interventi sulla Pontina. Di Ariela Bozzaotra

0 comments
Il progetto di messa in sicurezza della Colombo e gli interventi sulla Pontina. Di Ariela Bozzaotra

Il Progetto di messa in sicurezza della Cristoforo Colombo, approntato da Roma Servizi per la Mobilità, è stato presentato in Campidoglio prima dell’apertura dei cantieri. Sono previsti una serie di interventi tra Viale America e le Mure Aureliane, che rientrano in un Piano più articolato volto alla riduzione della velocità sulle strade più incidentate, soprattutto nelle ore notturne. E’ proprio il caso della Colombo che, dipanandosi da Roma ad Ostia lungo 27 km, è la strada italiana più lunga all’interno di un singolo Comune. Le statistiche elaborate nel quinquennio 2009/2014 rivelano cifre preoccupanti: oltre 4000 incidenti, 38 decessi e più di 3000 feriti. Una vera ecatombe per una strada comunale. Il sabato è il giorno con il più alto tasso di incidenti; la domenica ha il primato dei feriti. Gli incidenti più gravi sono ovviamente a carico dei centauri, mentre la fascia oraria più pericolosa è risultata quella notturna, quando anche la visibilità è ridotta. Per scongiurare l’alto tasso di incidenti su questa arteria è stato elaborato un Piano di interventi di messa in sicurezza, che dovranno essere realizzati in 10 mesi. A fine lavori, gli interventi realizzati saranno monitorati per fare un bilancio della situazione. Il progetto Colombo è, dunque, sperimentale. Gli interventi previsti sono: nuovi autovelox mobili e realizzazione di almeno 3 piazzole di sosta riservate alla polizia municipale; ampliamento del sistema di rilevamento tramite telecamera dei passaggi con il rosso (“vistared”), affiancando all’impianto esistente in direzione del Centro un secondo in direzione Eur; realizzazione di attraversamenti pedonali luminosi agli incroci più a rischio; il coordinamento semaforico mediante l’”onda verde” ai semafori, finalizzata ad indurre gli automobilisti a procedere a velocità contenute e prefissate senza mai incorrere nel semaforo rosso. Una serie di interventi mirati, dunque, elaborati allo scopo di ridurre la velocità sulla Colombo, soprattutto nelle fasce orarie notturne, per incrementarne la sicurezza e scongiurarne gli incidenti. Quanto alla via Pontina, arteria regionale altrettanto incidentata, l’Astral, l’azienda regionale concessionaria per la manutenzione della rete viaria regionale, ha emesso un’ordinanza ( la n°7 del 2016), in cui si legge che saranno destinati 5 milioni di euro per interventi straordinari urgenti sulla Pontina. I lavori, che si svolgeranno solo nelle ore notturne a partire da inizio giugno fino a fine luglio, sono finalizzati al rifacimento del manto stradale e alla sistemazione del guard rail. La Pontina è stata per anni privata della manutenzione ordinaria, per cui adesso sono improcrastinabili onerosi interventi straordinari di bonifica, ristrutturazione e consolidamento, allo scopo di garantirne i livelli minimi di sicurezza oltre alla fruibilità.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: