subscribe: Posts | Comments

Il vigile del fuoco che accompagnò il papa tra le macerie di Amatrice

0 comments
Il vigile del fuoco che accompagnò il papa tra le macerie di Amatrice

repubblica.it  –  https://goo.gl/A1G5G8

ROMA – Luca Cari arriva dove gli altri giornalisti non possono. Poche ore dopo il disastro: una valanga su un albergo isolato, un terremoto che azzera una città conosciuta nel mondo per un piatto di pasta, un’altra scossa che apre una basilica patrimonio dell’umanità. Sale sul “bruco” dei fratelli pompieri ed è davanti all’albergo sdraiato, di notte. Sale sulla jeep ed è dentro la zona rossa. Sotto la basilica.

Luca Cari è il responsabile della comunicazione dei vigili del fuoco in emergenza e ha un punto di vista privilegiato. Da privilegiato. Ha 52 anni, è un umbro vissuto a Siena. È laureato in Giurisprudenza. Collabora con giornali e riviste dai diciannove. Luca Cari, ecco, è entrato nel mondo in continua tensione dei vigili del fuoco nel 2006, undici anni fa, e ne ha abbracciato la causa. Nel tempo, ha imparato a custodire la loro fiducia e a tirare fuori storie che gli affidano perché si fidano.

Di questo, di storie ancora inedite dentro un cratere straraccontato, è fatto il libro “Maledetto Appennino – Da Amatrice a Rigopiano”. Dal 24 agosto 2016 al 18 gennaio 2017. “Cinque mesi che hanno segnato l’Italia centrale”. Cinque mesi di scosse sei punto quattro, bambini salvati e bambini che non ce l’hanno fatta: “La piccola, nove anni appena, non è sopravvissuta”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *