subscribe: Posts | Comments

Intervista a FALCO VERNA – Uno studio con servizi all’avanguardia

0 comments
Intervista a FALCO VERNA – Uno studio con servizi all’avanguardia

Intervistiamo Falco Verna, titolare dell’omonimo studio, che da anni offre una vasta gamma di servizi a privati ed imprese. Sempre all’avanguardia sui temi di finanza agevolata e della fiscalità in generale, lo abbiamo intervistato per comprendere appieno come e quando potersi avvalere della sua preziosa professionalità.

Di cosa si occupa il suo studio, che servizi offre?

lo studio offre servizi a imprese e privati, prevalentemente alle imprese, su finanza agevolata, ovvero preparazione delle pratiche che servono per ottenere i contributo a fondo perduto o finanziamenti agevolati erogati dall’UE, Stato, Regioni o altre autorità; facciamo mediazioni e conciliazioni, in quanto io sono mediatore civile e facciamo da sede locale di un gruppo d’acquisto di energia elettrica e gas dell’associazione di consumatori UNC, che si occupa anche di dirimere le controversie con le compagnie fornitrici. Mi occupo anche di ristrutturazione debiti, anatocismo ed usura. Infine, ho introdotto, da pochissimo, il servizio CAF.

Ci può raccontare l’evoluzione della sua professione?

Ho iniziato come mediatore e conciliatore, offrendo in aggiunta i servizi di recupero anatocismo ed usura e ristrutturazione debiti. Poi mi sono affacciato sul mondo della finanza agevolata, ho capito il potenziale celato dietro questa attività, ed oggi sono specializzato sulla materia, tanto che questo è diventato il mio core business. Inoltre, ho ampliato le competenze aprendo ai consumatori e al servizio di assistenza fiscale, ampliando il target di riferimento.

Le opportunità di ottenere finanziamenti agevolati sono tante. Chi sono i destinatari?

Ad ottenere i finanziamenti sono essenzialmente le imprese, in particolare quelle manifatturiere, innovative, ad alto contenuto tecnologico, con un certo numero di dipendenti ed infine quelle agricole votate ad un’agricoltura industriale. La finanza agevolata è uno strumento che usa fondi pubblici per perseguire scopi pubblici. Non è un modo per dare soldi agli imprenditori ma per conseguire scopi strategici di sviluppo economico e sociale, secondo dei piani elaborati in sede europea che poi li riversa su stati e regioni. Ora, considerando che la popolazione europea si raddoppierà nel giro di 20 anni, i fondi per l’agricoltura sono quelli forse più consistenti e l’Unione Europea si prefigge un duplice obiettivo: da una parte avere disponibilità di cibo, dall’altra posti di lavoro e quindi stabilità sociale. L’UE richiede che l’agricoltura passi in mano ad imprenditori giovani, innovativi e che cambino le linee di produzione, (riducendo gli allevamenti di bovini) e andare verso colture e allevamenti che necessitino di meno metano e meno acqua, con una capacità nutritiva maggiore, come gli insetti e le larve.

Mi ha raccontato la storia della sua professione. Qual è il segreto del suo successo?

Adattare le proprie expertises alle esigenze culturali del momento ma soprattutto del futuro, senza adagiarsi passivamente su credenze e abitudini. Una volta, negli anni 50, mangiare la pasta di grano duro al dente era un’eresia; i pomodori e le patate sono nei nostri mercati da “solo” 500 anni. Questo suggerisce che non tutti i cambiamenti sono poi così male. Dobbiamo aprirci alle avanguardie, puntando sempre al futuro senza fossilizzarci sul passato.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *