subscribe: Posts | Comments

Italia, alzato il livello di sicurezza nei porti

0 comments
Italia, alzato il livello di sicurezza nei porti

http://www.ilsole24ore.com/

po aeroporti, stazioni ferrovarie e metropolitane scatta anche nei porti l’allarme terrorismo. Da ieri la Guardia Costiera ha alzato le misure di sicurezza nei porti italiani destinati al traffico croceristico e passeggeri a «livello due» (in una scala da uno a tre). In pratica il massimo: oltre c’è solo il livello che scatta in caso di attacco. Un innalzamento dovuto non a un allarme specifico, ma alla necessità di aumentare l’attenzione vista la situazione internazionale e il periodo di maggior traffico previsto negli scali. Siamo infatti alla vigilia delle partenze di ferragosto e il giro di vite sui controlli che sono già operativi comporteranno, molto probabilmente, l’allungarsi delle attese agli imbarchi. Il nuovo allarme ha fatto pensare a un aumento del rischio legato agli ultimi avvenimenti, come l’offensiva contro l’Isis. Ma dall’intelligence e dall’antiterrorismo sono arrivate per ora conferme che non ci sono elementi concreti che possano far ritenere imminente un attentato.

Anche il capo della Polizia Franco Gabrielli ha voluto chiarire il significato del provvedimento: «L’aumento del livello fatto dalla Guardia Costiera non ha nulla a che fare con la situazione in Libia». «Il provvedimento – ha chiarito ancora il numero uno della Polizia – è scaturito da una recente riunione del Comitato interministeriale nella sua forma ristretta per la sicurezza marittima e dei porti, nel quali i vari soggetti hanno preso la decisione, per il contesto complessivo che stiamo vivendo, di innalzare i livelli dei controlli».

D’altronde è dal 14 novembre 2015, il giorno dopo gli attacchi di Parigi, che l’Italia ha portato al livello 2 l’allerta poi riconfermata dopo gli attacchi di marzo scorso a Bruxelles. Nelle circolari inviate nelle settimane scorse, inoltre, il Viminale aveva già disposto un rafforzamento delle misure “statiche” e dei controlli sui passeggeri, anche aumentando il personale in borghese per individuare eventuali sospetti, consapevole del fatto che ad agosto porti, aeroporti e stazioni siano esposte ad un rischio maggiore, visto l’alto numero di presenze nelle strutture.

continua a leggere – http://goo.gl/8HBDKS

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: