subscribe: Posts | Comments

Ius soli, partita “riaperta”: 157 parlamentari pronti a votare la legge

0 comments
Ius soli, partita “riaperta”: 157 parlamentari pronti a votare la legge

www.tgcom24.  –  https://goo.gl/fKm1aV

Sembra riaprirsi la partita per l’approvazione dello ius soli entro fine legislatura. Sarebbero infatti 157 i senatori favorevoli alla legge sulla cittadinanza, un numero molto vicino ai 161 della maggioranza assoluta e sufficiente a far passare i provvedimenti nell’Aula di Palazzo Madama. Il dato emerge dal lavoro “sotto traccia” portato avanti da alcuni parlamentari. “Noi non molliamo, siamo ottimisti”, ha dichiarato il capogruppo Pd Luigi Zanda.

Come riporta il Corriere, la “quota 157” comprende anche blocchi politici, fra cui Pd, senatori di Sinistra italiana, i bersanian-dalemiani di Mdp e i socialisti del gruppo Misto. La ricerca di adesioni, oltre che da Zanda, è partita anche da Luigi Manconi, presidente della commissione diritti umani.

Nove-dieci voti dai verdiniani – “Tutti dicono che puzziamo ma alla fine il gruppo di Ala è il campione dei diritti civili”, ha affermato ironicamente Riccardo Mazzoni, senatore verdiniano. Avrebbe trovato nove-dieci voti in grado di compensare le perdite che arriveranno da Alternativa popolare, la forza del ministro Angelino Alfano. “I numeri ci sono”, ha aggiunto Mazzoni.

L’ipotesi di voto senza fiducia – Mentre monitora giorno per giorno l’elenco dei potenziali “sì”, Zanda ha dichiarato di non escludere l’ipotesi di un voto senza fiducia. Come muoversi allora? Quali gli scenari possibili? A rispondere è ancora una volta Mazzoni: “Rimbalzare la legge a Montecitorio significherebbe allungare la legislatura di un mese, quello di gennaio. Potrebbe ingolosire molti”. Apportare delle correzioni al testo configurerebbe però un più che probabile stallo, visti gli 8.000 emendamenti presentati dalla Lega. “Se rimandiamo la cittadinanza alla prossima legislatura, la legge non si farà mai più”, ha sentenziato ancora il senatore verdiniano.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *