subscribe: Posts | Comments

La class action dei cittadini contro AMA e Roma sporca

0 comments
La class action dei cittadini contro AMA e Roma sporca

https://www.nextquotidiano.it/  –  https://goo.gl/Fd76Fz

Duecento cittadini pronti a chiedere il rimborso della tassa sui rifiuti ad AMAperché la loro zona di Roma è sporca, seguendo l’esempio di quanto accaduto a Napoli. Una guerra portata avanti dal Codacons e dai comitati spontanei di quartiere, che hanno pronti i ricorsi da inoltrare al Tribunale Civile o alle commissioni tributarie.

La sentenza della Corte di Cassazione per Napoli ha stabilito il diritto alla riduzione della tariffa sui rifiuti nel caso in cui si subiscano disfunzioni, protratte nel tempo, del servizio pubblico di raccolta; a portare in giudizio il comune era stato l’Hotel Britannique, che ha citato una decisione della Commissione tributaria della Campania: quest’ultima aveva ritenuto legittimo l’avviso di pagamento Tarsu 2008 che Equitaliaaveva notificato alla società per conto del Comune di Napoli.

Il Messaggero racconta oggi che l’epicentro della rivolta anti-Tari è localizzato nel II municipio dove, dai Parioli a San Lorenzo, tante associazioni si stanno organizzando per portare avanti una class action contro la municipalizzata di via Calderon de la Barca, chiedendo risarcimenti «fino all’80 per cento» delle quote pagate e ipotizzando addirittura uno “sciopero della Tari”, che potrebbe interessare i bollettini della seconda rata semestrale 2017, in distribuzione in queste settimane.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *