subscribe: Posts | Comments

La fisica dei sentimenti – Il tunnel dell’amore – di Andrea Oliva

0 comments
La fisica dei sentimenti – Il tunnel dell’amore – di Andrea Oliva

Le opere e la poetica di Donatien-Alphonse-François de Sade sono oggi al centro di rinnovata attenzione (specie in certi dicasteri, assai fecondi). Da uomo del Settecento, manifestando le proprie “inclinazioni” in difetto dell’amor cortese, de Sade era un libertino, come il nostro Casanova.

Egli si rivelava fantasioso ed agile di penna nel cogliere gli accessi più prosaici al piacere: lo prova “La Nouvelle Justine”. Figura della virtù incarnata, ma disegnata per infuocare le prepotenti risonanze del desiderio, la giovane eroina si sorbisce un discorso di dieci pagine, di abilissimo costrutto, che mira a persuaderla della mutua soddisfazione nel concedersi ella ad una deflorazione “altra”. Sulle barriere, la fisica quantistica è più diretta: la probabilità governa. Un evento improbabile, ma possibile, capita e ricapita.

L’effetto tunnel consiste nel “vedere” un elettrone che attraversa l’opposta barriera di potenziale. Dare il senso della cosa non è semplice: ci si deve servire di un esempio nel mondo macroscopico, che non è quantistico. Comunque, ecco: l’effetto tunnel corrisponderebbe al veder, finalmente, un pallone sparire di là da un muro, dopo avercelo fatto rimbalzare contro infinite volte.

Può essere. Come pure, per sapiente ministero (che qui vuol dire missione, intercessione), si potrebbe convincere la feconda e florida Justine prima delle dieci pagine, in una sorta di “metafora elettorale”… Vita da romanzo…

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *