subscribe: Posts | Comments

La regola del sospetto – di Federica Sanguigni

0 comments
La regola del sospetto – di Federica Sanguigni

Sì, lo so.

Siamo diventati tutti diffidenti, guardinghi, sospettosi.

Niente è ciò che sembra e Non fidarsi di nessuno  sono diventate le regole base. Su questi presupposti, in realtà, pensiamo di proteggere noi e i nostri affari.

Se qualcuno ci interpella  per chiederci qualcosa, non ascoltiamo la richiesta; la nostra mente è troppo affollata da mille domande : perché a me? chi gli ha fatto il mio nome? non poteva rivolgersi a qualcun altro? ma sarà quello che dice di essere? se è qui vuol dire che altri gli hanno già detto di no!!!

E che facciamo allora? Ci difendiamo. Siamo respingenti, evasivi, a volte perfino aggressivi.Risultati? Il nostro interlocutore, stupito, infastidito e, soprattutto, insoddisfatto, si rivolgerà altrove.

Bene, possiamo festeggiare! Abbiamo evitato certo una  truffa, un problema, un guaio grosso.E con quali strumenti ci siamo adoperati per farlo? Il solito, vecchio fiuto…che non funziona più!

Nel dubbio, scappiamo.  E perdiamo di certo; una nuova sfida, una conoscenza, un’ opportunità di business, una scoperta inattesa.

Davvero sono tempi difficili. Proteggerci sembra l’unica cosa sensata da fare. E a forza di farlo, ci  arrocchiamo nella nostra nicchia protetta, al riparo dagli sconosciuti.E poi, ecco che il nostro vecchio amico, cliente storico, amico degli amici, ci fa uno scherzo inatteso.

Allora, tutta la nostra prudenza, a cosa ci è servita?La cultura della  diffidenza  imperversa ma, invece di proteggerci, rischia di chiuderci in una gabbia.

Là fuori è pieno di opportunità da cogliere, di persone da conoscere,  di nuovi orizzonti. Dobbiamo solo fornirci dei giusti mezzi, di buone informazioni, di  analisi attente per aiutarci a valutare.

Dobbiamo evitare perdite, non perdere chances! Abbiamo tutti gli strumenti, aggiornatissimi  ed efficaci.Noi possiamo fare la differenza. Scegliamo bene le nostre fonti, teniamo gli occhi aperti, ma andiamo incontro all’ altro. Diffidare è bene, ma affidarsi è meglio!

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *