subscribe: Posts | Comments

Lo Spezia festeggia i suoi 110 anni. “Fateci sognare ancora

0 comments
Lo Spezia festeggia i suoi 110 anni. “Fateci sognare ancora

http://www.lanazione.it/l

La Spezia, 9 ottobre 2016 – Mille di questi giorni, perché cento, come si dice solitamente per un compleanno, sono già stati superati abbondantemente. Lo Spezia Calcio festeggia i suoi 110 anni. Era il 10 ottobre 1906 quando il bancario svizzero Hermann Hurny, insieme ad altri suoi connazionali, fondò la sezione football dello Sport Club Spezia. Da quel giorno la storia della società si è riempita di grandi imprese, alcune lontane e altre più recenti che sono state vissute in prima persona da tanti tifosi.

Difficile ricordarle tutte, con questa iniziativa La Nazione ha voluto rievocare alcune della più significative, legate alle squadre che hanno conquistato i traguardi più importanti. Si parte ovviamento dallo scudetto del 1944 conquistato battendo il grande Torino. La compagine del 42° Corpo dei Vigili del Fuoco della Spezia trionfò in un torneo che venne disputato in condizioni al limite della sopportazione, in un’Italia divisa e tormentata dalla guerra. Gli unici che riuscirono a sconfiggere il grande Torino di quei primi anni quaranta dello scorso secolo, furono proprio i pompieri della Spezia. Purtroppo la storia di questa incredibile vicenda non ci può essere raccontata da nessuno dei protagonisti: l’ultimo, Mario Tommaseo, se ne andato il 2 novembre del 2006.

Un’altra delle squadre rimasta nel cuore dei tifosi è quella della stagione 1985-86 allenata da Sergio Carpanesi con Marchisio, Boggio, Brilli, Borgo, Pillon, Dainese, Palazzese, Ferretti, Telesio, Tarasconi, Colombo che nonostante i problemi societari riuscì a classificarsi al secondo posto e a cinquistare la promozione dalla C2 alla C1. L’emblema di quel campionato è proprio l’ultima partita giocata contro la Pistoiese, diretta concorrente, in un ‘Picco’ straripante, terminata 2-2. Andando avanti nel tempo, ecco la squadra degli ‘invicibili’ con Andrea Mandorlini in panchina che vinse alla grande il campionato di C2 nella stagione 1990-2000 senza perdere neppure una partita. In campo c’erano Rubini, Gutili, Bordin, Sottili, Melucci, Ficagna, Milone, Coti, Chiappara, De Vincenzo, Mingazzini, Zamboni, Carlet, Zaniolo, Fiori, Sanguinetti, Agostini. Le altre squadre vittoriose sono quelle che hanno conquistato la promozione in serie B: la prima, dopo 55 anni di assenza, nella stagione 2005-2006 con Antonio Soda in panchina: Rotoli, Rubini, Maltagliati, Fusco (l’attuale ds), Bianchi, Addona, Gorzegno, Giuliano, Alessi, Ponzo, Grieco, Padoin, Saverino, Pessotto, Ciarcià, Bruccini, Guidetti, Varricchio, Guariniello, Pelatti, Zizzari.

L’altra squadra della promozione più recente in serie cadetta è quella dell’era Volpi, nella stagione 2011-2012, che conquistò lo storico ‘triplete’ con Michele Serena allenatore: Russo, Lucioni, Murolo, Bianchi, Mora, Ferrini, Rivalta, Pedrelli, Gentili, Ricci, Enow, Madonna, Casoli, Vannucchi, Bianco, Buzzegoli, Testini, Lollo, Papini, Carobbio, Grauso, Lazzoni, Acampora, Evacuo, Iunco, Marotta, Guerra, Marras.

Partendo da questi bellissimi ricordi, cosa sognano i tifosi? Di poter festeggiare un’altra promozione. Ieri pomeriggio c’è stata la festa di compleanno con la squadra in piazza Europa. Oggi, in occasione della partita contro il Carpi, lo Spezia scenderà in campo con una divisa speciale per celebrare i 110 anni di storia. Sul lato del cuore, intorno al logo old style, un delicato ricamo dorato riporterà la scritta “Da 110 anni a difesa di una fede”, con la scritta 1906-2016 posta invece alla base.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: