subscribe: Posts | Comments

Migranti, nave Usa senza celle frigorifere a bordo: salva 40 superstiti ma scarica in mare 12 corpi. Ora non sa dove attraccare

0 comments
Migranti, nave Usa senza celle frigorifere a bordo: salva 40 superstiti ma scarica in mare 12 corpi. Ora non sa dove attraccare

.ilfattoquotidiano.it/  –  https://goo.gl/ot5xKZ

Dodici corpi, lasciati andare alla deriva nel Mediterraneo, perché la nave della marina Usa Trenton non dispone di celle frigorifere necessarie per farsene carico per periodi prolungati. E la Sea Watch 3,  che l’ha assistita, non è potuta intervenire a causa dell’assenza di un porto sicuro dove attraccare. “Non ci sono salme a bordo della Trenton – conferma a Repubblica.it l’ufficio delle pubbliche relazioni della Us Navy – l’equipaggio continua a prendersi cura delle 40 persone soccorse. Ci stiamo coordinando con i nostri partner internazionali per decidere la destinazione delle persone a bordo”. Una situazione che rischia di diventare un nuovo caso Aquarius.

È iniziato tutto martedì mattina, quando un gommone carico di migranti è naufragato a 20 miglia dalle coste libiche. Per la prima volta è intervenuta a soccorrerlo una nave della Us Navy, la “Ico Usns Trenton”, che è riuscita a salvare 40 persone e a recuperare 12 corpi senza vita. A quel punto l’imbarcazione ha chiesto aiuto all’ong Sea Watch, che con la sua Sea Watch 3 è  “l’unico mezzo di soccorso civile – si legge in un comunicato – rimasto al momento nel Mediterraneo Centrale”. L’intervento è stato immediato e ai superstiti sono stati forniti cibo e coperte. Ma dopo che la centrale operativa di Roma ha informato le due navi “di non essere coinvolta né di coordinare il caso in questione e di non essere dunque nella posizione di assegnare un porto sicuro in Italia”, Sea Watch 3 non ha potuto effettuare il trasbordo dei migranti e dei corpi senza vita.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *