subscribe: Posts | Comments

«Pagate il pedaggio»: volontari ‘multati’ mentre vanno a domare le fiamme

0 comments
«Pagate il pedaggio»: volontari ‘multati’ mentre vanno a domare le fiamme

https://torino.diariodelweb.it  –  https://goo.gl/Uj3Euo

PIEMONTE – In questi giorni difficili per tutto il Piemonte, uno dei contributi più importanti è quello dei circa 600 volontari Aib (Gruppi Antincendi Boschivi), persone che si sono unite ai vigili del fuoco per domare le fiamme e salvare le tante persone dai roghi, in parte dolosi, che hanno distrutto migliaia di ettari di boschi. Alcuni gruppi Aib però sono stati protagonisti di un episodio surreale: i volontari sono stati costretti a pagare il pedaggio al casello autostradale di Avigliana. Anzi, si sono visti consegnare una segnalazione di mancato pagamento, visto che non avevano soldi con sé.

IL CASO – E’ successo domenica, quando i volontari sono partiti in fretta e furia da Rubiana per recarsi a Mompantero, una delle zone più colpite dagli incendi: «Non portiamo mai soldi con noi quando andiamo a spegnere un incendio, è la prassi» ci spiega Luca Fabbroni, responsabile A.I.B. di Rubiana. Eppure, una volta arrivati al casello di Avigliana a sirene spiegate, sono stati fermati dal casellante. Non avendo contanti, sono stati fatti passare solo dopo la segnalazione di mancato pagamento. L’episodio si è verificato nuovamente quando i volontari sono tornati a casa, da Mompantero. «Anche squadre provenienti da altri comuni sono state costrette a pagare». Che i casellanti non sapessero dell’incendio nei boschi? Alquanto improbabile.

IL REGOLAMENTO – Si tratta di una vera e propria beffa, di un disguido. Il giorno dopo Sitaf si è dimostrata molto collaborativa e ha eliminato le segnalazioni di mancato pagamento. Il motivo è presto detto: i volontari, come le ambulanze, i mezzi dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine, stavano andando a operare in una situazione d’emergenza e non erano tenuti a pagare il pedaggio. Invece niente: nonostante la stanchezza e la dura giornata passata a domare le fiamme, i volontari hanno dovuto fare i conti anche con una burocrazia assurda e surreale. Il problema è rientrato ma potrebbe ripresentarsi. Come risolverlo? Servirebbe chiarezza nel regolamento tra Sitaf e i vertici regionali A.I.B.. «Non è una questione di soldi, ma di principio».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *