subscribe: Posts | Comments

Pensioni: per anticipare l’uscita (e non solo) risorse fino a 1,5 miliardi

0 comments
Pensioni: per anticipare l’uscita  (e non solo) risorse fino a 1,5 miliardi

http://www.corriere.it/Per il pacchetto pensioni nella legge di Bilancio il governo mette in campo risorse fino a 1,5 miliardi. La principale misura in campo è l’Ape, la possibilità di ritirarsi con tre anni di anticipo. Ma gli interventi comprendono anche ricongiunzioni gratuite e l’aumento delle quattordicesime per gli assegni più bassi. Il miliardo e mezzo è considerato dal governo una soglia limite su cui i tecnici si stanno esercitando per trovare un equilibrio tra le varie misure.

La trattativa Confindustria-sindacati

Una tessera del mosaico delle risorse per le pensioni potrebbe essere fornita dal mondo dell’impresa. Da gennaio, infatti, le aziende, non dovranno più versare lo 0,30% delle retribuzioni per alimentare il fondo per la mobilità. L’idea del governo sarebbe di utilizzare queste risorse proprio per l’uscita flessibile dal mondo del lavoro, la cosiddetta Ape. Ma Confindustria e sindacati non danno nulla per scontato. Anzi. I tecnici di viale dell’Astronomia sono al lavoro per formulare, in maniera condivisa con Cgil, Cisl e Uil , una proposta per la destinazione di queste risorse. E le imprese sembrano più interessate alle politiche attive che all’Ape. Le parti sociali si incontreranno il primo settembre per verificare se effettivamente esiste un progetto comune sull’uso delle risorse ex mobilità. Già in calendario, poi, un incontro con il governo il prossimo 12 settembre.

Le valutazioni di Cgil, Cisl e Uil

La stima delle risorse a diposizione in Stabilità per la previdenza suscita già i primi commenti. Secondo la Uil 1,5 miliardi sono troppo pochi. Ne servirebbero almeno 2,5 . Dal canto suo la Cgil ha commentato con un tweet valutando le risorse in campo come «striminzite» nonostante all’ultimo incontro con il governo fossero state promesse risorse rilevanti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *