subscribe: Posts | Comments

Resoconto della riunione con l’Amministrazione relativa all’interpretazione dell’art.28, comma 1, lettera f del CCNLI sottoscritto il 24 aprile 2002 (integrativo del CCNL del 24 maggio 2000).

0 comments
Resoconto della riunione con l’Amministrazione  relativa all’interpretazione dell’art.28, comma 1, lettera f del CCNLI sottoscritto il 24 aprile 2002 (integrativo del CCNL del 24 maggio 2000).

UILPA VVF

In data odierna (28/12), come preannunciato, si è tenuta la riunione con l’Amministrazione relativa all’interpretazione dell’art.28, comma 1, lettera f del CCNLI sottoscritto il 24 aprile 2002 (integrativo del CCNL del 24 maggio 2000) che, negli ultimi anni, è stato oggetto di continue controversie. Il tavolo è stato presieduto dal Capo del Dipartimento Pref. Bruno Frattasi.

Presente il Capo del CNVVF Ing. Gioacchino Giomi. Dopo aver illustrato l’ultima bozza di circolare trasmessa alle OO.SS. in data 23 dicembre 2016 ed evidenziato che le richieste delle OO.SS. sono state accolte dall’Amministrazione, il Capo Dipartimento ha ritenuto opportuno apportare ulteriori modifiche alla bozza di Circolare con lo scopo di evitare disomogeneità applicative sul territorio da parte dei Comandanti provinciali. Nello specifico, infatti, avevamo sollecitato l’esplicitazione per cui la guida dei mezzi VF costituisce attività lavorativa e, come tale, qualora resa al di fuori dell’orario ordinario deve considerarsi lavoro straordinario.

Inoltre avevamo chiesto che l’attività lavorativa fosse riconosciuta anche al personale non autista in virtù della necessità di assicurare la custodia e sorveglianza oltre che dell’automezzo anche di altri beni dell’Amministrazione, chiarendo infine la necessità che il mezzo di servizio fosse sempre assicurato per il trasporto di attrezzature e DPI in dotazione del personale. Il testo definitivo della Circolare emanata successivamente all’incontro ha sostituito tutte le precedenti direttive emanate in precedenza sull’argomento – anche la prima Circolare di cui una O.S. Confederale ne chiedeva la riesumazione pur conoscendo bene i limiti della stessa e la sistematica disapplicazione sul territorio nazionale da parte di alcuni Comandanti – e, pertanto, costituirà l’unico riferimento attuativo della norma contrattuale.

La UILPA VVF esprime pertanto soddisfazione per i risultati conseguiti che permetteranno al personale di veder riconosciuto il tempo eccedente all’orario ordinario di lavoro a disposizione dell’Amministrazione per recarsi, con l’autovettura di servizio, a sostituire il personale assente a vario titolo nelle sedi distaccate. Soddisfazione, infine, esprime per l’apertura dell’Amministrazione alle richieste e alle osservazioni che la UILPA VVF ha sollevato sia al tavolo di trattativa sia nelle note precedentemente trasmesse in merito a tale istituto.

Resta tuttavia aperta la necessità di chiarire, nell’ambito del prossimo rinnovo contrattuale, che la quantità di tempo che il lavoratore, su precisa richiesta, mette a disposizione del datore di lavoro e, quindi, “la quantità di tempo libero di cui il lavoratore perde la propria disponibilità” sia riconosciuta come orario di lavoro remunerato. Il Segretario Generale Alessandro Lupo

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *