subscribe: Posts | Comments

Riccardo Vincelli e Manuel tra playstation, droga e bar del paese. E ora si pentono

0 comments
Riccardo Vincelli e Manuel tra playstation, droga e bar del paese. E ora si pentono

http://www.blitzquotidiano.it/

PONTELANGORINO – Riccardo Vincelli e il suo amico Manuel, che hanno confessato di aver ucciso i genitori del primo (Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni) sono descritti come due adolescenti come tanti, che passavano le loro giornate tra playstation, il bar del paese, qualche esperienza con le droghe. Ne parlano Giusi Fasano sul Corriere della Sera e Niccolò Zancan su La Stampa.

In particolare Zancan racconta le esperienze con le droghe descritte da alcuni amici (o conoscenti) dei ragazzi:

Questo amico degli assassini ha 17 anni, dà nome, cognome e numero di telefono: «R. aveva provato la coca. Lo ha raccontato qui davanti alla lavanderia. Gli era piaciuta molto. Si sentiva proprio bene, carico. Aveva tirato calci a una porta e sfondato una finestra a pugni. Mi ricordo che aveva detto di essersi sentito come un supereroe. Secondo me, per combinare quello che hanno fatto l’avevano presa entrambi. E poi so che fumavano anche le canne e l’oppio».

Questo è quello che ha detto un altro:

«Posso dire questo, con le fidanzate aveva sempre paura di essere rifiutato. Forse ne aveva avuta una. Non era molto sicuro di sé. La madre la odiava proprio. Diceva frasi tipo: Quella t… di mia madre! Quella p…! Voleva essere lasciato in pace, non andare a scuola. Mentre la madre insisteva perché frequentasse l’istituto tecnico, per prendere il diploma. Chiedeva cose normali, la madre di R. era uguale a mia madre».

continua a leggere  https://goo.gl/IJ43xW

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *