subscribe: Posts | Comments

Salmonella nella pancetta: attenzione ai lotti contaminati. Tutto sulla salmonellosi

0 comments
Salmonella nella pancetta: attenzione ai lotti contaminati. Tutto sulla salmonellosi

https://www.diariodelweb.it  –  https://goo.gl/9za7Dy

ROMA – E’ una specie di bollettino di guerra quello della contaminazione di prodotti alimentari di questi giorni, dopo il caso della ricotta pecorina e il taleggio contaminati dalla Listeria, ecco anche la pancetta contaminata però dall’altrettanto pericoloso batterio della Salmonella.
A darne comunicazione, come sempre, è il Ministero della Salute che riporta anche qual è il lotto interessato dal problema e il motivo del richiamo.
Nello specifico, si è provveduto al ritiro dal commercio di confezioni di pancetta in cubetti di pancetta dolce e pancetta affumicata a marchio VALTIDONE INDUSTRIA ALIMENTARE.
La pancetta è prodotta da: VALTIDONE SALUMI srl – V.le Frascati 27 – 27040 Rovescala (PV).
Lotto di produzione: 5575 – 5576
Marchio di identificazione dello stabilimento/del produttore: IT 755 L CE.
Nome del produttore: SALUMIFICIO PIANELLESE SRL.
Sede dello stabilimento: VIA DEL SANTUARIO, 38 – 29010 FRA STA’ NIBBIANO V.T. (PC).
Data di scadenza o termine minimo di conservazione: 03-04/11/2017.
Descrizione peso/volume unità di vendita: 160g (2x80g) – 100g (2x50g).
Motivo del richiamo: LOTTO 5576 – rilevata presenza di salmonella derby e salmonella typhimurium – LOTTO 5575 – rilevata presenza di salmonella typhimurium.

Il Ministero della salute invita chi avesse acquistato il lotto di non consumarlo e di riportarlo al punto vendita per ottenere la sostituzione o il rimborso.

La salmonella
E’ una gente batterico causa prevalente di infezioni contratte via alimentare. La scoperta, fatta nel 1886, è attribuita al medico statunitense Daniel Elmer Salmon – da cui il nome salmonella. Il batterio della salmonella si trova in natura in oltre 2.000 varianti. Queste sono dette sierotipi. Quelli che tuttavia interessano principalmente le specie animali e l’uomo sono la S. enteritidis e la S. typhimurium. Queste due sono causa delle forme di salmonella non tifoidee, in genere contratte per via alimentare. Esse sono inoltre responsabili di più del 50% di tutte le infezioni gastrointestinali e relative manifestazioni gastroenteriche.

I principali serbatoi delle infezioni da salmonella
La salmonellosi, o infezione da salmonella, si verifica più di quanto si possa pensare sia nell’uomo che negli animali domestici e da cortile. Tra questi, che spesso divengono vettori della malattia, ci sono i cani, i gatti, i polli, i pulcini, i roditori e poi maiali e bovini. Anche altri animali ‘domestici’ come le tartarughe d’acqua o altri rettili ne sono un vettore.
Allo stesso modo, i prodotti derivati da alcuni di questi animali come per esempio la carne, le uova e il latte non pastorizzato possono essere veicolo dell’infezione. A volte la contaminazione può interessare anche l’acqua.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *