subscribe: Posts | Comments

Sicurezza Antincendio. L’esperto risponde. Di Roberto Tagliaferri

0 comments
Sicurezza Antincendio. L’esperto risponde. Di Roberto Tagliaferri

QUALI SONO I CRITERI CHE MI PERMETTONO DI DEFINIRE LA
TIPOLOGIA DEGLI ESTINTORI DA INSTALLARE NEI LUOGHI DI LAVORO?
In questo quesito occorre fare riferimento all’Allegato V del DM 10/03/1998 che al punto 5.2 fornisce indicazioni sulla scelta e quantità di “estintori portatili e carrellati”:
La scelta degli estintori portatili e carrellati deve essere determinata in funzione della classe di incendio e del livello di rischio del luogo di lavoro. Il numero e la capacità estinguente degli estintori portatili devono rispondere
ai valori indicati nella tabella 1, per quanto attiene gli incendi di classe A e B ed ai criteri di seguito indicati:
– Il numero dei piani (non meno di un estintore a piano);
– La superficie in pianta; lo specifico pericolo di incendio (classe di incendio);
– La distanza che una persona deve percorrere per utilizzare un estintore (non superiore a 30 m).
Per quanto attiene gli estintori carrellati, la scelta del loro tipo e numero deve essere fatta in funzione della classe di incendio, livello di rischio e del personale addetto al loro uso.
Superficie protetta da un estintore:
13A – 89B: Rischio basso: 100 m²
21A – 113B: Rischio basso: 150 m² – Rischio medio: 100 m²
34A – 114B: Rischio basso: 200 m² – Rischio medio: 150 m² – Rischio elevato: 100 m²
55A – 233B: Rischio basso: 250 m² – Rischio medio: 200 m² – Rischio elevato: 200 m²

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *