subscribe: Posts | Comments

Siracusa: aggredito e dato alle fiamme da gruppo di ragazzi, 80enne in fin di vita

0 comments
Siracusa: aggredito e dato alle fiamme da gruppo di ragazzi,  80enne in fin di vita

http://www.corriere.it/

È accaduto sabato notte, la vittima ricoverata all’ospedale Cannizzaro di Catania. Caccia al branco di giovani autori dell’aggressione: sarebbero almeno quattro, e già in passato avrebbero aggredito e minacciato il pensionato. Si indaga per tentato omicidio

Si sono introdotti in casa sua, lo hanno picchiato e gli hanno dato fuoco. In fin di vita all’ospedale Cannizzaro di Catania un 80enne di Siracusa, vittima di un gruppo di giovani, almeno 4, tuttora ricercati dalla polizia.

L’aggressione  È accaduto il 1 ottobre a Siracusa, nella zona di viale Servi di Maria, un gruppo di giovani, almeno quattro, si sono introdotti nell’abitazione dell’anziano e lo hanno aggredito, picchiato e poi cosparso di benzina, prima di darlo alle fiamme. La vittima è un uomo di 80 anni, Giuseppe Scarso, che i vicini di casa descrivono come una persona mite, con problemi di salute fisici e mentali. Non era la prima volta che il gruppo di ragazzi si introduceva nell’abitazione dell’uomo, secondo la Squadra Mobile, che sta raccogliendo testimonianze per cercare di identificarli, già nei giorni precedenti i giovani si erano resi responsabili di aggressioni analoghe ai danni del pensionato. Non sono chiare al momento neanche le motivazioni per cui il branco abbia preso di mira proprio l’80enne, che si trova ricoverato in fin di vita all’ospedale Cannizzaro di Catania, con ustioni di secondo e terzo grado al viso, alla testa, al dorso e alle spalle, e lesioni polmonari.

«Un gesto ingiustificabile» – «Un episodio tra criminalità e bullismo» ha detto il procuratore della Repubblica di Siracusa Francesco Paolo Giordano che ha aperto un fascicolo per tentato omicidio. Al vaglio i filmati di alcune telecamere di videosorveglianza della zona, in particolare quelle di una pompa di benzina in cui alcuni giovane avrebbero riempito una tanica di carburante. «Auspico che gli investigatori facciano presto piena luce sull’aggressione – ha detto il sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo, che ha parlato di – un gesto ingiustificabile e di puro bullismo. Un atto violento che va punito senza attenuanti». «Aggredire – ha aggiunto – in tanti un soggetto debole e incapace di difendersi, dopo averlo deriso e umiliato nella sua dignità, è un’azione che dimostra la pochezza umana di chi la compie. I bulli sono solo dei vigliacchi che vanno isolati e denunciati affinché possano iniziare un percorso di recupero alla convivenza civile».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *