subscribe: Posts | Comments

Terremoto, Cartier vigile a quattro zampe. “Era l’idolo dei bambini”

0 comments
Terremoto, Cartier vigile a quattro zampe. “Era l’idolo dei bambini”

Rientrata l’unità cinofila dei vigili del fuoco: “Il golden retriever si è ferito nelle ricerche”

Reggio Emilia, 30 agosto 2016 – ESCE zoppicando dall’ufficio dei cinofili,Cartier, un bellissimo golden retriever di 5 anni color panna, un muso che lascia trasparire la fatica dei giorni passati.

Ha una fasciatura che gli tutela la zampa posteriore destra, ferita durante le ricerche dei dispersi a Pescara del Tronto, uno dei paesi del marchigiano colpiti dal sisma e che ormai non c’è più. Cartier, insieme al padrone e vigile del fuoco Alberto Gazza, ha operato nei giorni scorsi nelle zone terremotate, con la squadra di altri nove colleghi reggiani, partita poche ore dopo il tragico evento del 24 agosto.

All’interno dell’ufficio della squadra cinofili, il vigile Alberto, ci racconta della sua esperienza fianco a fianco con il «collega» e amico a quattro zampe.

Gazza, com’è la situazione laggiù?

«Pescara del Tronto è un paese fantasma, non esiste quasi più. A occhio e croce di un centinaio di case quelle rimaste in piedi sono due o tre».

Come si è comportato Cartier?

«È stato molto bravo; assieme agli altri cani della nostra direzione regionale ha lavorato davvero tanto e bene. Soprattutto il primo giorno, abbiamo cominciato alle 3 del pomeriggio per concludere la giornata alle 4 di notte. Cartier si è ferito leggermente il secondo giorno di operazioni e ha dovuto interrompere il lavoro, ma ormai avevano localizzato tutti i dispersi. È stato curato da un veterinario del posto messo a disposizione dall’Enpa di zona che ringrazio, mentre la ferita l’ho suturata io qui a Reggio».

Ha aiutato il ritrovamento di qualcuno?

«Sì, insieme all’altro cane Teo, di un collega di Parma, ha segnalato due persone sotto le macerie, ma purtroppo sono state tirate fuori decedute. Invece tra la cinquantina di persone che abbiamo estratto, solo una era viva».

continua a leggere – http://goo.gl/E9F6lf

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: