subscribe: Posts | Comments

Terremoto: rischio amianto per i pompieri, denuncia Usb

0 comments
Terremoto: rischio amianto per i pompieri, denuncia Usb

http://www.noinotizie.it/

Nella notte decine di lievi scosse fra Marche, Lazio, Umbria e Abruzzo: magnitudo 3,2 alle 6,22 con epicentro nel maceratese. Oggi il recupero del corpo di un giovane migrante: bilancio vittime, 296 morti

Ieri è stato individuato il corpo, oggi si riuscirà a recuperarlo. Si tratta del cadavere di un giovane migrante, lo si cercava ad Amatrice sin dal 24 agosto. Il bilancio delle vittime sale così a 296 morti. Nella notte, altre decine di scosse di lieve entità. La più forte alle 6,22: magnitudo 3,2 con epicentro nel maceratese. Il conto totale, dal 24 agosto alle 3,36 quando ci fu il sisma di magnitudo 6, è ormai a quota circa cinquemila scosse. In quanto ai soccorsi, l’Unionesindacale di base evidenzia un problema. Di seguito il comunicato Usb:

Il rischio di contaminazione  da  amianto ed il semplice contatto sono  realtà  molto presenti in compagini lavorative come gli operatori del soccorso, specialisti e volontari.

La sensibilità e l’attenzione della nostra organizzazione sindacale USB VVF, che da sempre ripone a questo argomento, hanno prodotto una nota in allegato che potete leggere.

E’ stata inviata a tutela della salute di tutti gli operatori VVF che sono intervenuti e che interverranno in seguito sugli scenari del terremoto e in egual misura per i cani molecolari dei cinofili e della cittadinanza sopravvissuta, onde evitare disposizioni in deroga, come fu a L’Aquila, dove  nel  trattamento  e nel trasporto delle  masserizie ci trovammo una disposizione dell’allora commissario straordinario.

Questa condizione, tra l’altro,  sta ingenerando “preoccupazione” tra le unità in invio in queste ore sui luoghi del sisma.

Visto che siamo da oggi in seconda fascia di  emergenza nazionale e che in riferimento a questo le unità sul posto si occuperanno proprio del movimento terra.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: