subscribe: Posts | Comments

Terrorismo, Gentiloni: «Rischio radicalizzazione in carcere e sul web»

0 comments
Terrorismo, Gentiloni: «Rischio radicalizzazione in carcere e sul web»

www.corriere.it

Passa dal web e dalla carceri il lavoro per prevenire la radicalizzazione in Italia. Ma anche dalla società civile, dalle scuole e dai media. Lo ha detto il premier Gentiloni nel corso di una conferenza stampa sul terrorismo dopo l’incontro con la commissione indipendente voluta da Palazzo Chigi quattro mesi fa e guidata dall’esperto di terrorismo e docente della George Washington University Lorenzo Vidino.

I jihadisti provenienti dall’Italia «sono poco più di 100», un numero inferiore rispetto a quello registrato in altri Paesi europei come la Francia, ha sottolineato Vidino. Che ha aggiunto anche come nei fenomeni di radicalizzazione «l’Italia sia 5-10 anni indietro rispetto ad altri Paesi europei». Un quadro che però sta cambiando e che richiede una nuova strategia basata non soltanto sulla repressione. Rimpatri, massima vigilanza e prevenzione rappresentato «la bussola su cui si orienta il governo».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *