subscribe: Posts | Comments

TESTIMONIANZA VIDEO. Dramma della disperazione. Como, Padre senza speranza dà fuoco alla casa: muore con tre dei suoi quattro figli

0 comments
TESTIMONIANZA VIDEO. Dramma della disperazione. Como, Padre senza speranza dà fuoco alla casa: muore con tre dei suoi quattro figli

repubblica.it  –  https://goo.gl/oN2wRE

Papà, mamma e i quattro figli, tutti nati in Italia (il più grande undici anni fa), abitavano in una casa assegnata dal Comune e ricevevano settimanalmente pacchi e sussidi pubblici per riuscire a sopravvivere. I bambini erano perfettamente integrati e il padre aveva un permesso di soggiorno di lungo periodo ma, comunque, restava senza lavoro.

I vigili del fuoco sono arrivati con cinque squadre per spegnere le fiamme e hanno recuperato 4 bambini, tre femmine e un maschio, tutti nati in Italia, di 3, 6, 9 e 11 anni. Tre di loro sono morti dopo numerosi e disperati tentativi di rianimarli negli ospedali di Como, Varese e Cantù dove sono stati portati. Il padre, 49 anni, di nazionalità marocchina, è stato trovato già morto dai soccorritori. Dopo oltre due ore di tentativi di rianimazione è ripresa l’attività cardiocircolatoria dell’altra bambina di 5 anni, l’unica sopravvissuta. La piccola è stata trasportata all’ospedale Buzzi di Milano, le sue condizioni restano gravissime.

A lanciare l’allarme sono stati i vicini di casa che hanno visto il fumo uscire dall’abitazione: in pochissimi minuti cinque squadre dei vigili del fuoco, quattro ambulanze e tre volanti della polizia con i vigili urbani hanno raggiunto la palazzina. Le fiamme sono state subito spente dai vigili che poi sono entrati all’interno dell’appartamento con l’autoscala. “Li abbiamo trovati tutti nella stessa stanza, distesi su un grande letto”, ha raccontato uno dei primi soccorritori a entrare nell’appartamento.

…………………….

L’uomo, regolare, si era ritrovato senza un lavoro, mentre la moglie, che non era in casa, si trova da circa sei mesi ricoverata in una struttura per problemi psichici. Era lui a occuparsi dei piccoli. Tutta la famiglia era seguita dai servizi sociali di Como e si trovava in una situazione di difficoltà. Abitavano in una casa gestita dalla Fondazione Giovan Battista Scalabrini e non pagavano l’affitto. “Ci pensava l’associazione a coprire le spese condominiali”, ha detto il proprietario dell’immobile che ha raccontato di aver incontrato l’ultima volta il padre Jamal Haitot due mesi fa. “Non li conoscevo bene, ma erano una famiglia tranquilla, normale e vivevano alla marocchina, come tanti altri qui a Como”.

VIDEO DI FANPAGE.IT

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *