subscribe: Posts | Comments

VIDEO. Torino, calca per falso allarme piazza San Carlo, 1000 feriti, gravi bimbo e ragazza, forse petardo

0 comments
VIDEO. Torino, calca per falso allarme piazza San Carlo, 1000 feriti, gravi bimbo e ragazza, forse petardo

Subito i vigili del fuoco e le forze di sicurezza schierate in strada hanno provato a riportare la calma, e sul posto sono arrivate numerose ambulanze, segno evidente che la calca aveva travolto persone.

rainews.it/

Sono circa mille le le persone rimaste ferite in piazza San Carlo, a Torino, in seguito al falso allarme bomba che ha scatenato il fuggi fuggi fra i tifosi, circa 30mila, che stavano assistendo alla finale di Champions League tra Juventus e Real Madrid, trasmessa su un maxi schermo. Sono stabili le condizioni del bambino di 7 anni ricoverato in Rianimazione all’ospedale Regina Margherita di Torino che ha riportato un trauma cranico e toracico per cui è stato necessario intubarlo.

Stabili, secondo fonti sanitarie, anche le condizioni della ragazza, ricoverata in prognosi riservata all’ospedale Molinette. Un boato la causa del panico, forse un petardo, che ha scatenato il fuggi fuggi nel quale le persone sono rimaste travolte. Arrestati due sciacalli che rovistavano tra le cose abbandonate nella fuga. Revocata la domenica ecologica prevista per oggi in città. Panico in piazza Quando la squadra di Allegri aveva già ceduto il passo al Real Madrid, e la piazza abbandonato la speranza, all’improvviso il caos.

“Urlavano e spingevano, ed è cominciato un fuggi fuggi generale”, dicono alcuni testimoni, alimentando le prime ricostruzioni che parlavano di falso allarme attentato. “Sembrava di stare all’Heysel”, l’oscuro pensiero di un anziano tifoso juventino presente in piazza, di fronte a quella folle che barcolla e poi dilaga, persona sopra persona. La dinamica e le prime testimonianze hanno subito fatto pensare all’equivoco terrorismo, qualcuno che ha urlato creando l’impressione di un attentato, fino a risvegliare gli incubi inconsci nei giorni del terrore globale.

Poi, è emersa la dinamica: un petardo, “forse fatto esplodere in modo incosciente, ha scatenato il panico”, spiega il questore di Torino, Angelo Sanna. La gente ha iniziato a correre e, nella calca, è venuta giù la ringhiera di una scala del parcheggio sotterraneo. “Solo panico, non c’è altro che possa far pensare a qualcosa di diverso”, precisa il questore dalla sala operativa di corso Vinzaglio. Pochi secondo e la psicosi si diffonde per tutta la piazza, da sempre il ‘salotto buono’ di Torino. Lì in migliaia erano arrivati tifosi da tutte le città italiane, Torino ma anche Verona, Trieste, Milano.

E l’effetto dell’onda in preda al panico è stato terribile. Poco dopo il terzo gol del Real, all’improvviso, la gente ha iniziato a spingersi, travolgendo le transenne e iniziando a correre lungo le vie limitrofe. La maggior parte delle persone ha cominciato a correre lungo via Roma, verso la stazione di Torino Porta Nuova. Subito i vigili del fuoco e le forze di sicurezza schierate in strada hanno provato a riportare la calma, e sul posto sono arrivate numerose ambulanze, segno evidente che la calca aveva travolto persone. Attorno alle 23, piazza San Carlo si era completamente svuotata, mentre le sirene continuavano a far sentire il loro suono, e la polizia cercava di capire. La questura ha subito cominciato ad esaminare i filmati delle telecamere di sicurezza presenti nella zona.

“La causa di fondo è il panico, per capire che cosa l’abbia scatenato bisogna aspettare”, afferma il prefetto di Torino, Renato Saccone, che ha raggiunto piazza San Carlo per rendersi conto di persona di quanto accaduto.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *