subscribe: Posts | Comments

Torino, il numero unico finisce in procura: esposto dei vigili del fuoco sul “112”

0 comments
Torino, il numero unico finisce in procura: esposto dei vigili del fuoco sul “112”

repubblica.it  –  https://goo.gl/PwtQNZ

I sindacati piemontesi dei vigili del fuoco si rivolgono alla procura di Torino: «Da quando è in funzione il numero unico 112 — accusano — sono peggiorati gli standard di attivazione dei soccorsi». Nell’esposto — firmato da Conapo, Cisl, Cgil, Uil e Confsal, e protocollato questa mattina in procura dagli avvocati Roberto Capra e Claudia Paolini — sono elencati almeno una decina di casi, nei quali i vigili del fuoco non sono stati informati di un soccorso nel quale sarebbe stato necessario il loro intervento.

«Serve una razionalizzazione del soccorso che oggi non permette sempre interventi tempestivi», spiega Claudio Cambursano, segretario piemontese del Conapo che la settimana scorsa aveva sollevato il problema dopo la morte di un bambino di 10 anni annegato nel parco delle Capanne di Marcarolo, nell’Alessandrino. «Vogliamo che si faccia chiarezza su tutte le inadempienze, le mancate attivazioni e i ritardi», proseguono i sindacati che chiedono una sala operativa interforze in cui siano presenti i rappresentanti di tutti gli enti che si occupano di soccorso. «Il numero unico è già oggi un sistema interforze — replica Danilo Bono, responsabile del 112 in Piemonte — Come in tutte le cose ci sono dei margini di miglioramento delle nostre performance».

Secondo i firmatari dell’esposto l’analisi di chi risponde al centralino del numero unico non è sempre corretta o non rispetta il protocollo firmato a marzo prima dell’attivazione del servizio.
«Ci sono numerosi problemi, come l’ingerenza del soccorso alpino nella gestione del soccorso tecnico urgente». Un’accusa che il presidente del soccorso alpino piemontese Luca Giaj Arcota, rispedisce al mittente: «Noi svolgiamo il nostro lavoro secondo le competenze che ci sono riconosciute per legge». Un altro capitolo dell’esposto riguarda i costi: «Le eliambulanze hanno un costo elevato sostenuto dalle Regioni mentre dovremmo essere noi l’istituzione di riferimento».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *