subscribe: Posts | Comments

Vendere fa rima con comprendere. Di Federica Sanguigni

0 comments
Vendere fa rima con comprendere. Di Federica Sanguigni

C’era una volta l’azienda a conduzione familiare. Tutti di casa, insomma, nei posti di responsabilità, e un po’ di buoni amici impiegati nelle varie mansioni. Un avvocato? Il cugino Gianalberto! Commercialista? Il cognato Massimo. Chi si occupa del  marketing? La figlia laureanda ovviamente!Insomma, tutta gente fidata, attaccata alla famiglia e…udite udite… A BASSO COSTO! Niente di più appropriato!

Peccato che una siffatta situazione si nutre spesso di quell’ autoreferenzialità  che non consente il necessario movimento, la spinta in avanti che è l’energia necessaria per progredire. Il mercato purtroppo non consente a nessuno di stare fermi;   o si va avanti, o si resta indietro.

Per questo occorre il costante confronto, la necessaria autocritica e, soprattutto, l’ ASCOLTO! Inutile scambiarci tra di noi pacche sulle spalle o complimenti e raccontarci che siamo i migliori! Ascoltiamo cosa chiedono i clienti, ascoltiamo i dipendenti quando ci prospettano dei problemi, ascoltiamo la concorrenza per capire come mai ci  ha superato? L’ascolto prevede la comprensione del bisogno dell’ altro. Se siamo proprio bravi, a volte porta ad individuare, prima che l’altro lo capisca, cosa gli manca.

E’ allora che possiamo avere quella marcia in più! Cercare di crescere, migliorare, per rispondere a quel vuoto, a quel bisogno, fornire la risposta giusta! Ma la risposta non può esserci se non abbiamo compreso la domanda. Non posso darti ciò che ti serve  se non ho capito cosa mi stai chiedendo. Ora lo so che state pensando; non faccio mica lo psicologo io!! Io ho un’ azienda da portare avanti! Infatti. Portare avanti. Vuol dire crescere, rinnovarsi, avere collaboratori soddisfatti che siano al nostro fianco (e non una spina nel fianco) avere clienti che restano con noi perché abbiamo capito come risolvere le loro esigenze. Lasciamo per una attimo le nostre certezze, e proviamo ad ascoltare cosa c’è là fuori. Comprendere, spesso, può sorprendere

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *