subscribe: Posts | Comments

VIDEO. Arquata del Tronto, visita del Ministro dell’Interno Minniti

0 comments
VIDEO. Arquata del Tronto, visita del Ministro dell’Interno Minniti

http://www.picenotime.it/

Il Ministro dell’Interno Marco Minniti ha visitato le zone colpite dagli eventi sismici dei mesi scorsi facendo tappa anche ad Arquata del Tronto, il comune che con le sue frazioni è stato maggiormente devastato nel territorio piceno, dove è stato accolto dal prefetto di Ascoli Piceno Rita Stentella e dal Comandante del C.O.A. Ascoli Piceno/Arquata Mauro Malizia.

Il ministro era accompagnato dal Capo Dipartimento dei vigili del fuoco pref. Bruno Frattasi, dal Capo del Corpo Nazionale VVF Gioacchino Giomi, dal Direttore Centrale per l’Emergenza Giuseppe Romano, dal Commissario straordinario per la ricostruzione Vasco Errani, dal Capo Dipartimento della protezione civile Fabrizio Curcio, dal Pref. Francesco Paolo Tronca, Direttore della Struttura di missione sisma DL 189/2016, dal Direttore Regionale VVF Marche Ugo Bonessio e Dino Poggiali per il Comando Cratere Marche. Presente anche il sindaco di Arquata del Tronto Aleandro Petrucci e altre autorità locali.

Dopo una breve sosta presso un area operativa ove erano al lavoro le squadre VVF, il ministro si è diretto al Campo base dei Vigili del fuoco di Pescara del Tronto, dove ha voluto incontrare il personale con il duplice intento di portare il suo saluto e il suo ringraziamento a tutti gli uomini del Corpo Nazionale che dal 24 agosto sono impegnati nell’opera di soccorso alle popolazioni.

“Voi siete il nostro cuore pulsante, le persone che in questa calamità hanno perso tutto vedono in voi la rinascita e questo mi rende orgoglioso – le sue prime parole –. Siamo in un periodo in cui ci si fa gli auguri per la fine di un anno e l’inizio di un altro. Voi lo farete qui lontano dai  familiari e capisco che a mezzanotte di domani il vostro primo  pensiero sarà per loro. Sappiate che l’opera che state portando avanti è impagabile anche per questo grande sacrificio”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *