subscribe: Posts | Comments

VIDEO. I soldati coreani prendono lezioni di balletto per combattere lo streass

0 comments
VIDEO. I soldati coreani prendono lezioni di balletto per combattere lo streass

http://notizie.delmondo.info/

Fare il soldato in certe zone del mondo può essere decisamente stressante. Questo è particolarmente vero in Corea del Sud, dove i militari devono tenere sotto controllo il confine con la Corea del Nord che, per quanto forse non abbia messo mai realmente in pratica le sue minacce, rappresenta indubbiamente un “vicino” che decisamente non lascia tranquilli. E infatti il confine tra Corea del Nord e Corea del Sud è noto per essere “il confine più fortificato al mondo”.

Come possono dunque i militari combattere dunque lo stress di fronte a questa situazione? Semplice, con il balletto. Una volta a settimana, i soldati della 25ma Divisione tolgono gli scarponi per mettere invece scarpette da balletto, e si sforzano di imparare saliti, piroette e passi di danza, sotto la supervisione di Lee Hyang-jo, ballerina del balletto nazionale coreano.

Non ero sicura di che tipo di aiuto avrei potuto dare qui”, ha detto la donna ai giornalisti parlando della collaborazione iniziata circa un anno fa, “ma man mano che i soldati imparano il balletto, sorridono di più e si divertono e quindi penso che sia un lavoro utile”.

C’è molta tensione qui, dato che siamo la divisione sul fronte e ci fa sentire in pericolo continuamente”, ha detto un soldato di leva che partecipa alle lezioni, “ma il balletto mi aiuta a stare calmo e trovare equilibro, e anche a costruire amicizie con i miei commilitoni”.

Gli ufficiali approvano con entusiasmo la partecipazione dei soldati alle lezioni di ballo, e non solo perché rilassa ma anche perché è una forma insolita ma efficace per migliorare la forma fisica: “Il balletto richiede molta forza fisica ed è ottimo per migliorare la muscolatura, aumentare la flessibilità e correggere la postura”, ha detto il tenente colonnello Heo Tae-sun.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *