subscribe: Posts | Comments

Il vigile del fuoco Fargnoli ha proposto anche a Pascucci la mozione di un adeguamento delle attrezzature della caserma di Cerenova

0 comments
Il vigile del fuoco Fargnoli ha proposto anche a Pascucci la mozione di un adeguamento delle attrezzature della caserma di Cerenova

http://www.terzobinario.it/

È stato domenica mattina, in occasione della festa di Santa Barbara protettrice dei vigili del fuoco, che è stato riproposto il problema delle attrezzature non adeguate in dotazione alla caserma di Marina di Cerveteri. A ripresentarlo il consigliere comunale di Ladispoli nonché pompiere Gabriele Fargnoli che si è rivolto questa volta anche al sindaco di Cerveteri Alessio Pascucci (presente alla manifestazione in cui erano coinvolti i bambini con le loro famiglie) perché in consiglio comunale, come ha fatto lo stesso Fargnoli, (la cui mozione nell’aula consiliare è stata approvata all’unanimità) venga presentata un ulteriore provvedimento con la specifica richiesta da indirizzare al Ministero degli Interni. Siccome vale sempre il principio che più siamo meglio è, il consigliere ha voluto coinvolgere in questa richiesta anche il primo cittadino cerite il quale non mancherà come ha lasciato intendere di proporre una mozione simile nelle prossime sedute civiche. Ma Fargnoli ha annunciato che sull’argomento vuole interessare anche i comuni di Santa Marinella e Fiumicino visto che i pompieri di via Fontana Morella coprono un territorio vasto che arriva fino a Focene. “Con soli 5 uomini a disposizione per un primo soccorso possono bastare ma se capita come è capitato un’emergenza e bisogna raggiungere i piani alti? Non dimentichiamoci quando è scoppiato il putiferio dopo la tromba d’aria di Ladispoli: senza autoscala bisogna far arrivare un mezzo apposta da Roma e non sempre è facile”.

Pascucci ha rassicurato che la richiesta di un mezzo d’innalzamento verrà riproposta ai consiglieri di Cerveteri e anche il caposquadra Mauro Marciani si è espresso in tal senso. “Occorrono attrezzature in più per poter arrivare in modo veloce a soccorrere chi si trova in difficoltà”. Fargnoli ha concluso “L’autoscala alta almeno 30 metri è indispensabile in caso di incendi e calamità naturali per salvare la vita delle persone rimaste intrappolate ai piani più alti dei palazzi. Come dimostrato dalla recente tromba d’aria che ha distrutto alcuni piani alti degli edifici di via Ancona”.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *