subscribe: Posts | Comments

Vigili del fuoco. Li chiamano «angeli» ma sono veri eroi per le condizioni in cui lavorano

0 comments
Vigili del fuoco. Li chiamano «angeli» ma sono veri eroi per le condizioni in cui lavorano

http://www.primadanoi.it/

FARINDOLA. Sono gli angeli della tragedia di Rigopiano, i vigili del Fuoco: hanno lavorato insieme al soccorso alpino spelologico, carabinieri forestali, volontari vari e protezione civile.

In caso di soccorso tecnico urgente sono loro che devono intervenire per primi, avvalendosi poi del supporto di altri corpi o volontari. Nelle ore successive alla tragedia a Farindola ne sono stati inviate poche decine, 20 sui turni notturni e 40 di giorno.

Questo ha scatenato la dura reazione del sindacato Conapo e del segretario generale Antonio Brizzi: «ne dovevano essere spediti immediatamente 300 da tutta Italia, messi lì a scavare giorno e notte». Lui non sa perché non sia stato fatto.

Come era già successo a L’Aquila con il terremoto del 2009 vengono identificati dalla gente comune come i veri eroi: instancabili, insostituibili.

Poi quando i riflettori si spengono restano soli a combattere le loro battaglie per un adeguamento salariale decente o per caserme funzionali, per abbattere i limiti di spese per attrezzature e mezzi.

I soldi, si sa, non ci sono ma loro non ci stanno che venga fatta la spending review sulla loro sicurezza e a discapito di quella di tutti gli italiani.

Dopo il terremoto abruzzese furono addirittura costretti a pagarsi la medaglia d’oro al valore: un kit da 136 euro come ringraziamento per il lavoro svolto: «grazie tante, davvero bravi… questo è il conto».

continua a leggere – https://goo.gl/5rQQ0J

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *