subscribe: Posts | Comments

Vigolana in lacrime per Gloria Valcanover «Vigile del fuoco fin da bambina»

0 comments
Vigolana in lacrime per Gloria Valcanover «Vigile del fuoco fin da bambina»

http://trentinocorrierealpi.gelocal.it/

TRENTO. Per i vigili del fuoco volontari che sono intervenuti sul posto dell’incidente che ha strappato la giovane vita di Gloria Valcanover, è stata sicuramente una delle esperienze più difficili da affrontare.

Gloria era infatti una di loro, era entrata nel corpo dei volontari di Bosentino appena aveva potuto, dopo i dieci anni. Prima come allieva e, al compimento dei 18 anni, era diventata vigile del fuoco a tutti gli effetti, con il giuramento che si era tenuto in occasione della festa di Santa Barbara, nel 2012. Per questo, dopo il soccorso nella campagna della famiglia Valcanover, i vigili del fuoco sono stati supportati dall’intervento di uno psicologo che in questi casi cerca di fare superare lo shock per chi si trova in situazioni di particolare difficoltà.

È Mauro Dallabrida, vice ispettore dei corpi dei vigili del fuoco dell’Altopiano, ad avere richiesto l’intervento dello psicologo, professionisti che fanno parte del personale della protezione civile. Anche lui conosceva bene Gloria Valcanover, per i tanti di servizio nei volontari, prima come allieva e poi nel corpo dei volontari, dove aveva il ruolo di cassiera.

Anche Dallabrida ha parole di elogio per la collega scomparsa: «Si era molto dedicata alla comunità – ricorda – sia come volontaria dei vigili, sia nell’organizzazione di iniziative della vita sociale del paese di Bosentino e dell’Altopiano, come il Carnevale ed i mercatini di Natale. Partecipava infatti al mercatino di Levico con una bancarella, dove vendeva i prodotti dell’azienda agricola Cà dei Baghi. Era una giovane imprenditrice, molto attiva e molto impegnata».

Raggiungiamo il comandante dei vigili del fuoco di Bosentino, Enrico Ianeselli, mentre si trova in viaggio. Sarebbe stato il suo primo giorno di ferie, quello di ieri, ma di fronte alla notizia della morte di Gloria, ha deciso di fare rientro in paese. «Mi sembra doveroso. – commenta Ianeselli – Gloria era una delle nostre colonne,

impegnata in più campi ed appassionata dello studio e del volontariato. Aveva interessi a 360 gradi, quando non era a Padova per studio, aiutava i suoi nell’azienda Cà dei Baghi, per la quale aveva tanti progetti, interessata com’era ai prodotti di qualità, biologici. Non ci credo ancora».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *