subscribe: Posts | Comments

Zecche, un pericolo per tutti: da encefalite virale a Malattia di Lyme.

0 comments
Zecche, un pericolo per tutti: da encefalite virale a Malattia di Lyme.

tps://www.diariodelweb.it  –  https://goo.gl/54L799

ROMA – Si è dato avvio, per la prima volta, a un Piano nazionale di sorveglianza e risposta all’encefalite virale da zecche e altre arbovirosi e hantavirus, che prima non erano tenute sotto controllo. Promotore dell’iniziativa è il Ministero della Salute che ne dà notizia in un comunicato, ricordando l’importanza di prevenire una malattia che può avere gravi conseguenze, nonché portare alla morte.

L’encefalite virale da zecche
Conosciuta anche come TBE (tick-borne encephalitis), l’encefalite virale da zecche è una malattia infettiva trasmessa dalla Ixodes ricinus, una zecca molto diffusa in Italia. Il suo morso trasmette un virus che intacca il sistema nervoso: l’Anaplasma phagocytophilum, agente eziologico dell’ehrlichiosi granulocitica umana. I più comuni sintomi di questa infezione sono in genere neurologici, tendono a durare nel tempo e possono anche portare alla morte. Ma la zecca Ixodes ricinus può trasmettere un gran numero di altri agenti patogeni. Tra i tanti sono di rilevanza medica e veterinaria – spiega la scheda dedicata dell’ECDC – quelle della «Borrelia burgdorferi s.l., agente eziologico della malattia di Lyme o borreliosi; la Francisella tularensis, agente eziologico della tularaemia; le Rickettsia helvetica e Rickettsia monacensis, Babesia divergens e Babesia microti agenti eziologici della babesiosi-, il virus dell’encefalomielite ovina (Louping ill) e il virus Tribec». Anche molto raramente, l’encefalite si può contrarre anche per via alimentare, con l’assunzione di latte e latticini non pastorizzati che siano stati contaminati.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *