La Chiesa di Genova ha deciso: “Bisagno” sarà il primo partigiano beato

Please follow and like us:

it.aleteia.org – https://urly.it/323q0

Aldo Gastaldi, nome di battaglia “Bisagno“, è stato il “primo partigiano d’Italia” e diventerà beato.

Il Cardinale Angelo Bagnasco ha avviato la canonizzazione; nell’editto arcivescovile si legge di «comunicare direttamente o a far pervenire al Tribunale Ecclesiastico Diocesano tutte quelle notizie dalle quali si possano in qualche modo arguire elementi favorevoli o contrari alla fama di santità del Servo di Dio».

Il comandante più amato

Nel libro “Bisagno – La Resistenza di Aldo Gastaldi” (edizioni Itaca), Marco Gandolfo racconta la storia di questo eroe, fervente cattolico.

“Bisagno”, nasce a Granarolo (Genova) nel 1921. L’8 settembre del 1943 è Sottotenente del XV Reggimento Genio di pattuglia a Chiavari, quando arriva la notizia dell’armistizio. È tra i primi a salire in montagna dove forma un nucleo partigiano che sarà all’origine della valorosa Divisione Cichero. Nel giro di pochi mesi diventa il comandante più amato della resistenza ligure: interpreta infatti il suo ruolo non come potere, ma come servizio; è il primo ad esporsi ai pericoli e l’ultimo a mangiare, riserva a se stesso i turni di guardia più pesanti.

Si conquista così l’amore e la stima degli uomini e delle popolazioni contadine, il cui sostegno si rivela fondamentale per la lotta partigiana e che ancora oggi, non di rado, conservano la fotografia di Bisagno accanto a quella dei parenti più cari.

Please follow and like us:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial